Notizie

Apple mostrerà l’indice di riparabilità dei suoi prodotti in Francia

Queste informazioni diventano obbligatorie dal 1° gennaio. Apple ha iniziato a preparare i suoi team nell'Apple Store in modo che siano in grado di fornire spiegazioni ai clienti.

A partire dal 1° gennaio 2021 in Francia, Apple mostrerà l’indice di riparabilità dei suoi prodotti sull’Apple Store online e nei suoi negozi, informazioni divenute obbligatorie ai sensi della legge sulla lotta ai rifiuti e sull’economia circolare.

PUBBLICITÀ

I produttori di apparecchiature elettroniche ed elettriche dovranno ora informare i propri clienti sull’indice di riparabilità dei loro prodotti. Cinque categorie di hardware serviranno da pilota – lavatrici, televisori, smartphone, laptop e tosaerba – prima che altri si uniscano a questo elenco in seguito. Questa è solo una delle sezioni di questa legge abbastanza ampia : plastica usa e getta, tessuti o alimenti invenduti, ecc.

Sul modello di etichette energetiche che informano i consumatori sulla prestazione energetica di un bene, questo indice di riparabilità utilizzerà segnaletica colorata che va dal rosso al verde, con un punteggio di 10. Questo indice è stato sviluppato da produttori, venditori, distributori, ONG, associazioni di consumatori e l’Agenzia per la transizione ecologica.

Secondo alcuni documenti interni, Apple utilizzerà una particolare versione del suo logo – logo bianco su sfondo verde ispirato a questo sopra, con l’indice di riparabilità e cinque livelli di colore -. I primi dispositivi a mostrare questa nuova etichetta saranno gli iPhone e i Mac e successivamente verrà mostrata sul resto dei prodotti dell’azienda.

Cinque criteri vengono utilizzati per stabilire l’indice di riparabilità:

  • La disponibilità della documentazione (per la riparazione, l’uso e la manutenzione nonché il periodo durante il quale queste informazioni sono rese disponibili);
  • Smontaggio (quanto è facile farlo, quanto è facile accedere alle parti, quali strumenti sono necessari, come le parti sono fissate nel dispositivo);
  • Ricambi (periodo di disponibilità e tempi di consegna);
  • Il prezzo dei pezzi di ricambio (rispetto al nuovo);
  • Gli aggiornamenti software disponibili, l’offerta di assistenza tecnica remota gratuita e la possibilità di resettare il proprio dispositivo via software.

Apple ha preparato una tabella per il MacBook Pro 16″ come esempio. In base ai criteri di cui sopra, questa macchina ottiene un indice di riparabilità di 7 su 10.

In dettaglio, ottiene 12,3 / 20 per la parte documentazione; 6.8 / 20 in termini di smontaggio e accesso ai componenti; 14.7 / 20 per ottenere pezzi di ricambio; 16/20 per il prezzo di quelle parti e 20/20 per aggiornamenti e supporto remoto.

La legge prevede che questo indice di riparabilità venga utilizzato gradualmente per stabilire un indice di durabilità di un prodotto. In questo modo il consumatore medio, che non ha familiarità con il servizio post-vendita di un produttore e le politiche del ciclo di vita del prodotto, sarà in grado di stimare la durata complessiva e le condizioni di monitoraggio tecnico del suo nuovo acquisto.

PUBBLICITÀ

PUBBLICITÀ
Utilizziamo Link di Affiliazione Amazon che generano commissioni. Cosa significa?

Se hai trovato interessante questo articolo, condividilo e fallo leggere anche ai tuoi amici:

Lascia un commento

Back to top button