Brevetti

Apple deposita l’ennesimo brevetto relativo all’iPhone pieghevole

La società brevetta un nuovo sistema con cerniera a frizione più resistente per l'iPhone pieghevole.

Apple continua a depositare una serie di brevetti relativi a un iPhone pieghevole, con l’ultimo che rivela che la società sta cercando un metodo per rendere i cardini più forti.

Nella nuova domanda di brevetto “Electronic Devices With Fiber Composite Friction Hinges“, Apple propone di costruire cerniere più robuste che potrebbero essere utilizzate non solo per dispositivi pieghevoli ma “dispositivi per le dita” (sì, Apple ha depositato alcuni brevetti relativi degli anelli smart).

Ecco la descrizione del brevetto:

Le fibre nel materiale composito possono essere incorporate in un legante polimerico. Le fibre possono avvolgersi attorno ai fori e ripiegarsi su se stesse. Le estremità possono essere avvolte in fibre aggiuntive.

Una tale cerniera può consentire a porzioni di ruotare l’una verso l’altra o di allontanarsi dall’asse della cerniera. Secondo Apple, questa soluzione migliorerà notevolmente le resistenza della cerniera, rendendola più duratura.

Questo è solo uno di una serie di molti brevetti relativi a un iPhone pieghevole che Apple ha recentemente depositato presso l’USPTO.

Sembra ormai certo che la società stia realizzando un iPhone pieghevole, che potrebbe arrivare sul mercato tra 1-2 anni.

Utilizziamo Link di Affiliazione Amazon che generano commissioni. Scopri cosa significa.

Se hai trovato interessante questo articolo, condividilo e fallo leggere anche ai tuoi amici:

Lascia un commento

Back to top button

Stai utilizzando un AdBlocker


iSpazio è un portale gratuito, supportato da Pubblicità. Non faremo mai pagare i nostri utenti per leggere le Notizie.

Le pubblicità su questo Blog non sono mai state di tipo invasivo e sono davvero poche, posizionate in maniera tale da non arrecare disturbo. Qui NON TROVERAI MAI Pubblicità Video, Pubblicità con riproduzione automatica oppure Pubblicità che si sovrappongono allo schermo!

Per tutti questi motivi, ti invitiamo a disattivare il tuo AdBlocker soltanto su questo sito per continuare la navigazione. Grazie di cuore!