App StoreCuriosità

Amazon costretta e ridisegnare l’icona dell’applicazione per colpa di un piccolo dettaglio…

La nuova icona di Amazon è stata promossa a pieni voti dagli utenti ma non è stata accolta bene proprio da tutti. Alcuni ci hanno visto dei riferimenti al nazismo e alla figura di Hitler. Amazon è corsa ai ripari

Avete presente la nuova icona di Amazon? E’ stata oggetto di tantissimi articoli su tutti i blog del mondo nel mese di Gennaio ma in pochi hanno notato che in questi giorni è nuovamente cambiata.

Qualche mese fa abbiamo accolto con piacere l’enorme redesign dell’icona che ha ufficialmente mandato in pensione “il logo Amazon col carrello” a favore di un’icona marrone che ricorda i classici pacchi Amazon con il “sorriso” rappresentato dalla freccia che va dalla A alla Z.

La nuova icona, anche se è stata apprezzatissima dagli utenti di tutto il mondo, è stata anche oggetto di critiche. La parte superiore infatti, ha riportato alla mente di alcune persone il baffo a spazzolino, reso popolare da Charlie Chaplin agli inizi del 1900 ma che successivamente è diventato un simbolo associato alla figura di Adolf Hitler.

Le critiche sono piovute come un temporale in pieno autunno ed un rappresentate di Amazon è stato costretto a rilasciare alcune dichiarazioni in merito:

Amazon cerca sempre nuovi modi per deliziare i propri utenti e renderli felici. Abbiamo disegnato la nuova icona con tantissima eccitazione e gioia da parte dei clienti perchè ricorda i nostri pacchi ma la questione sollevata nell’ultimo periodo non rappresentava le nostre intenzioni.

Per questo motivo Amazon ha ridisegnato ulteriormente l’icona, eliminando il baffo a spazzolino nella parte alta a favore di un’altra grafica che ugualmente ci rimanda allo scotch utilizzato per l’imballaggio.

Scelta davvero doverosa oppure una sciocchezza che poteva essere evitata perchè chiaramente non connessa al nazismo? Voi cosa ne pensate?

Utilizziamo Link di Affiliazione Amazon che generano commissioni. Scopri cosa significa.

Se hai trovato interessante questo articolo, condividilo e fallo leggere anche ai tuoi amici:

Lascia un commento

Back to top button