Notizie

Il 40% dei ragazzini sotto i 13 anni è già iscritto ai social ed un terzo riceve richieste “esplicite”

Quello che evidenzia questo studio è abbastanza preoccupante. Avremmo bisogno di una regola più severa per impedire l'iscrizione ai social da parte dei minori

Se avete dei figli minorenni, dovreste prestare più attenzione al modo in cui utilizzano i social network.

Una ricerca effettuata su TikTok, Facebook, Instagram e Snapchat ha stabilito che il 40% dei minori che utilizzano i social network hanno meno di 13 anni anche se la creazione di un account dovrebbe essere limitata ai teenager e agli adulti.

Lo studio evidenzia anche che un terzo di questi minori ha già ricevuto “interazioni di tipo sessuale” come ad esempio la richiesta di invio o di ricezione di una foto di nudo.

Spesso questi messaggi vengono inviati da bot con scopi di spam o phishing. I minori tendenzialmente non cliccano i link e bloccano questo tipo di messaggi tuttavia si ritrovano ad utilizzare le stesse piattaforme utilizzate dagli adulti e questo tipo di conseguenze sono all’ordine del giorno.

Le piattaforme più pericolose tra le 4 evidenziate sono Instagram e Snapchat dove il 16% dei minori su entrambe le piattaforme hanno riportato delle “interazioni sessuali”.

Purtroppo fino a quando non verrà creata una legge che obbliga ad iscriversi ai social con un documento, i minori potranno sempre falsificare la propria data di nascita per riuscire ad iscriversi ad un social network. Ne consegue che spetta ai genitori occuparsi anche di questo aspetto triste e pericoloso della tecnologia.

Utilizziamo Link di Affiliazione Amazon che generano commissioni. Scopri cosa significa.

Se hai trovato interessante questo articolo, condividilo e fallo leggere anche ai tuoi amici:

Lascia un commento

Back to top button