iPadMac

Il nuovo Studio Display può essere collegato anche agli iMac ed iPad

Il nuovo Monitor di Apple è compatibile con tutti i dispositivi prodotti dall'azienda

La compatibilità del nuovo Studio Display con i vari dispositivi Apple è massima. Questo monitor infatti, non è stato concepito soltanto per il nuovo Mac Studio ma anche per i prodotti già esistenti.

PUBBLICITÀ

Mentre poteva essere ovvio e scontato che fosse compatibile con i MacBook Pro e MacBook Air, così come i Mac Mini, quella che ci sorprende maggiormente è la compatibilità con iMac e con iPad.

Per questi ultimi però, sarà necessario utilizzare macOS Monterey 12.3 o successivi ed iPadOS 15.4 o successivi. Andiamo a vedere i dettagli di compatibilità:

  • Mac Studio (2022)
  • MacBook Pro 16″ (2019 o successivo)
  • MacBook Pro 14″ (2021)
  • MacBook Pro 13″ (2016 o successivo)
  • MacBook Pro 15″ (2016 o successivo)
  • MacBook Air (2018 o successivo)
  • Mac mini (2018 o successivo)
  • Mac Pro (2019 o successivo)
  • iMac 24″ (2021)
  • iMac 27″ (2017 o successivo)
  • iMac 21,5″ (2017 o successivo)
  • iMac Pro (2017)
  • iPad Pro 12,9″ (3ª generazione e successive)
  • iPad Pro 11″
  • iPad Air (5ª generazione)

Collegando questi dispositivi al Monitor, potremo vedere i contenuti su uno schermo più grande oppure utilizzarlo come un secondo display con Universal Control.

Un vantaggio che può scaturire dall’acquisto di un monitor esterno è la possibilità di cambiare o di aggiornare l’hardware del computer che viene collegato. Questa è una differenza sostanziale rispetto agli all-in-one come gli iMac che potranno utilizzare quello schermo unicamente con i componenti associati che nel corso degli anni risulteranno “superati”. I monitor infatti, tendono “ad invecchiare” più lentamente rispetto ai componenti di un computer.

studio display

Lo Studio Display è un Monitor “per tutti” con delle caratteristiche molto avanzate rese possibile dal chip A13 Bionic integrato che gli permettono di supportare l’Audio Spaziale ed una fotocamera da 12MP con la funzione Centrer Stage, ciò nonostante, non può competere con il Pro Display XDR che assicura prestazioni migliori in termini di frame-rate, Extreme Dynamic Range, Luminosità e tanto altro. I professionisti che lavorano con la grafica e le animazioni 3D dovrebbero continuare a preferire quest’ultimo, anche se i prezzi sono molto più alti:

  • Studio Display – 1799€
  • Studio Display con Nanotexture – 2049€
  • Pro Display XDR – 5599€
  • Pro Display XD con Nanotexture – 6599€

PUBBLICITÀ
Utilizziamo Link di Affiliazione Amazon che generano commissioni. Cosa significa?

Se hai trovato interessante questo articolo, condividilo e fallo leggere anche ai tuoi amici:

Lascia un commento

Back to top button