iMac

Nuove conferme: non ci sarà alcun iMac da 27 pollici da affiancare all’attuale modello

Apple non realizzerà una nuova versione dell’iMac da affiancare al modello da 24”. Si pensa invece che verrà realizzato un iMac Pro ma bisogna ancora attendere qualche anno

Come vi abbiamo fatto notare qualche giorno fa, Apple ha completamente rimosso ogni riferimento all’iMac da 27” dal sito ufficiale.

PUBBLICITÀ

Questo modello non veniva aggiornato da qualche anno e montava ancora un processore Intel. In molti stavamo aspettando il successore, con schermo ancora più grande e chip Apple Silicon ma, secondo quanto riferito da 9to5mac, Apple – almeno per il momento – non ha intenzione di produrre questo computer!

Un portavoce Apple ha riferito al sito Ars Technica che l’iMac da 27” ha raggiunto la fine del proprio ciclo vitale ed ha spiegato che l’azienda non ha intenzione di rilasciare un iMac con schermo più grande da affiancare all’iMac da 24”.

Se ci pensiamo, il motivo è molto semplice. Con i nuovi chip M1 Pro, M1 Max ed M1 Ultra, Apple sta raggiungendo dei risultati molto importanti in termini di prestazioni. Se l’azienda realizzasse un iMac da 27 pollici oggi, dovrebbe quanto meno dotarlo di opzioni a partire da un processore M1 Pro o M1 Max e questo “ucciderebbe” le vendite di Mac Studio e Studio Display.

Non a caso lo Studio Display ha proprio il design che tutti ci aspettavamo da un iMac: uno schermo più grande da 27”, cornici ridotte e nere, nessuna “pancia” nella parte inferiore.

Insomma questo Studio Display è l’iMac che aspettavamo. Naturalmente gli andrà abbinata una vera e propria macchina per funzionare e questa potrebbe essere un Mac Mini M1, ottenendo le stesse prestazioni di un iMac da 24”, oppure un Mac Studio.

Effettivamente ha poco senso per Apple offrire in questo momento un iMac da 27 o più pollici.

È invece più probabile che nel corso del tempo (1 o 2 anni), l’azienda possa presentare un iMac Pro dall’hardware di gran lunga più potente dell’attuale iMac da 24” ma comunque inferiore rispetto a quello che sarà il Mac Studio di quel tempo. Questa supposizione è supportata anche da Ming-Chi Kuo e da Bloomberg.

PUBBLICITÀ
Utilizziamo Link di Affiliazione Amazon che generano commissioni. Cosa significa?

Se hai trovato interessante questo articolo, condividilo e fallo leggere anche ai tuoi amici:

Lascia un commento

Back to top button