Notizie

I futuri iPhone sfrutteranno il segnale TV per il geotagging in luoghi non coperti da GPS!

Assieme al brevetto per il prossimo iBooks di cui abbiamo già parlato in un articolo, Apple aggiunge una nuova tecnologia che potrebbe essere presente in tutti i suoi prossimi dispoditivi. Si tratta di una tecnologia di localizzazione chiamata ALLOYT, capace di individuare con precisione la posizione del dispositivo in luoghi dove il segnale GPS tradizionale non arriva.

Questa tecnologia è utile in tutti i garage sotterranei, centri commerciali, seminterrati o in qualsiasi luogo circondato da mura che schermano il segnale dei satelliti GPS:

Apple ha descritto un nuovo metodo di geotagging che sfrutta una combinazione di satelliti e segnali televisivi, inventato da una compagnia chiamata Rosum Corporation. Al momento non sappiamo se la tecnologia è capace di riconoscere un chip generico o un chip appositamente progettato dalla compagnia. Di sicuro la tecnologia della Rosum Corporation è degna di nota.

La sola menzione di una di una società esterna in un deposito dei brevetti Apple è inusuale ed indicativa per i futuri piani della società californiana. Siccome si tratta di una tecnologia pronta all’uso, forse Apple ha voluto anticipare le mosse delle società concorrenti.

Rosum Corporation presentò questa tecnologia a Redwood City nel Marzo dello scorso anno. Vengono sfruttati i segnali TV per trasportare informazioni circa le frequenze, i tempi e la posizione, spingendo Bloomberg a definirla un vero passo in avanti:

Il chip scoperto si apre ad innumerevoli attività comemrciali permettendo la sincronizzazione delle femtocelle e la localizzazione, il monitoraggio di cose e persone, la pubblicità localizzata su dispositivi mobili anche in luoghi chiusi, sotterranei coperti soltanto dai segnali TV. Questi ultimi godono di un apotenza 100,000 volte maggiore a quella dei segnali GPS.

 

Via | 9To5Mac

Utilizziamo Link di Affiliazione Amazon che generano commissioni. Scopri cosa significa.

Se hai trovato interessante questo articolo, condividilo e fallo leggere anche ai tuoi amici:

Lascia un commento

Back to top button