Sms Gratis è un’applicazione che, grazie ai banner pubblicitari, ci permette di riscuotere dei crediti da utilizzare per inviare SMS a costo zero dai nostri cellulari. A causa di alcuni inconvenienti dovuti al metodo di riscossione dei crediti, poco tempo fa l’applicazione aveva smesso di funzionare per un periodo. Vi avevamo segnalato che con il nuovo aggiornamento tutto era tornato a funzionare correttamente, ma, in queste ore, molti utenti stanno segnalando a noi e agli sviluppatori dell’applicazione un problema con alcuni banner, i quali addebiterebbero varie cifre sulle sim degli utenti, facendo esaurire il loro credito in breve tempo. Vediamo le lamentele e le risposte del Team:

Il nostro affezionato utente Fabio Gangarossa dice:

L’ applicazione SMS Gratis ha una serie di banner che, ad utenti 3, rimanda ad una pagina del portale interno di 3, al costo di 9 centesimi a visita.

Ovviamente, nessuno avvisa di nulla… e ora mi ritrovo con circa 25 euro succhiati dalla sim 3!

Ora, mettici anche il fatto che qualche volta tappi e non ti assegna nemmeno il credito e fai te.

Ti dirò di più: se levi la SIM, i crediti a quanto mi sembra non vengono più aggiunti….

La cosa e’ confermata anche da altri utenti sul loro canale ufficiale di Twitter qui:

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

Assolutamente deve essere avvisata quanta più gente possibile, volontaria o meno, qua si rischia di vedersi “piallato” il credito delle SIM.

Grazie per la disponibilità.

Fabio

Andando ad indagare sulla pagina di Twitter degli sviluppatori, pare che siano già a conoscenza del problema, e che stiano tentando di risolvere questo addebito tramite banners che non dipende da loro:

 

Per adesso, l’unica soluzione che mi sento di consigliarvi, oltre a quella di contattare gli sviluppatori, è quella di evitare i banner segnalati, in modo da cercare di arginare questo problema.

Questo articolo ha lo scopo di avvisare tutti voi in merito a possibili addebiti ingiusti. Rimaniamo in attesa di un’ulteriore risposta da parte degli sviluppatori, che non esiteremo ad aggiungere all’articolo per poter rendere partecipi tutti.

E voi? Avete avuto problemi?