Scarica la nostra App

iSpazio app

Resta in contatto con noi

Ascolta il nostro Podcast

ispazio podcast

Subscribe Now

* You will receive the latest news and updates on your favorite celebrities!

Trending News

iPhone & FBI: collaborazione a breve per combattere il crimine
Notizie

iPhone & FBI: collaborazione a breve per combattere il crimine 

L’iPhone  è destinato a diventare ben presto un nuovo strumento di lavoro per l’FBI, stando alle ultime indiscrezioni. Il melafonino verrebbe infatti impiegato per facilitiare l’individuazione di impronte digitali sconosciute, grazie al suo schermo touchscreen. Mediante il salavataggio dei database nazionali all’interno del dispositivo, gli agenti potrebbe inoltre risparmiare del tempo prezioso nella ricerca di eventuali sospettati.

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

Oltre ad un ingente risparmio in termini di tempo, l’utilizzo dell’iPhone permetterebbe anche un importante risparmio monetario. Attualmente, infatti, gli agenti in alternativa alla rilevazione delle impronte digitali mediante gli strumenti presenti  in ufficio, possono ricorrere ad una speciale unità mobile, che però risulta essere particolarmente dispendiosa.

Al contrario, invece, sfruttando la popolarità del melafonino o dell’iPod Touch – sembra che quasi tutti gli agenti ne abbiano uno proprio – basterebbe acquistare uno speciale dispositivo chiamato mobileOne  che verrebbe appunto collegato al telefono di Cupertino. Il risultato finale sarebbe un investimento decisamente più ridotto per le casse dell’FBI.

Se dunque non sembrano esserci dubbi sulla bontà della scelta di utilizzare l’iPhone, anche se rimane da aspettare la conferma ufficiale – prevista con l’anno nuovo – sulla possibilità di utilizzare il mobileOne, c’è tuttavia chi si è domandato perchè utilizzare l’iPhone e il suo iOS invece che un terminale Android.

A tal proposito Nosker,  presidente della Fulcrum Technologies (azienda che produce il dispositivo mobileOne) ha tenuto a precisare che la piattaforma di Apple sembra essere più stabile e per questo preferita a quello di Google.

Staremo dunque a vedere come si evolverà la situazione e se l’iPhone riuscirà a diventare il nuovo e rivoluzione strumento anti-crimine

Via | CultofMac

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

Related posts

Commenti

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.