Apple ha appena pubblicato i risultati del 1° trimestre del 2012 e ha segnato un nuovo record: l’azienda ha registrato un fatturato di 46,33 miliardi dollari, con 15,43 milioni iPad, 37,04 milioni di iPhone e 5,2 milioni di Mac venduti.

 

Nessuna sorpresa! Che Apple avrebbe annunciato i migliori guadagni di sempre era scontato agli occhi dei più. Oltre alle cifre appena elencate, l’azienda ha registrato un utile netto trimestrale di 13,06 miliardi dollari, 13,87$ per azione diluita.

Il gioiello numero uno di Cupertino, l’iPhone, ha visto una incredibile crescita con +128% rispetto allo stesso trimestre dell’anno scorso, mentre gli iPad hanno registrato un aumento del 111% sempre rispetto allo stesso trimestre dell’anno scorso. Nuovi dati anche da iCloud che ha raggiunto quota 85 milioni di utenti registrati. A subire un (forse) fisiologico ribasso sono gli iPod che hanno venduto 15,4 milioni di unità, il 21% in meno rispetto all’anno scorso.

 

Siamo entusiasti dei nostri eccezionali risultati e delle vendite record di iPhone, iPad e Mac. Lo slancio di Apple è incredibilmente forte e abbiamo alcuni incredibili prodotti in cantiere

Queste le parole del CEO Tim Cook a cui si sono aggiunte quelle del CFO Peter Oppenheimer

Siamo molto felici di aver generato oltre 17.5 miliardi di dollari cash nel corso del trimestre di dicembre. Guardando avanti al secondo trimestre fiscale del 2012, che durerà 13 settimane, ci attendiamo un fatturato di circa 32,5 miliardi di dollari e ci aspettiamo che gli utili diluiti per azione si aggirino sugli 8,50$ circa.

 

Questo è miglior trimestre di sempre per Apple. Fino ad oggi, il più redditizio di Apple era stato il 3° del 2011 con un fatturato di 28,57 miliardi dollari, praticamente la metà dell’attuale.

La società cresce “paurosamente” segnando nuovi record praticamente trimestre dopo trimestre. Quello che ci si può aspettare, o più che altro augurare, è che tutti questi introiti possano essere la base per lo sviluppo di nuove tecnologie, nuove idee,  e nuovi gioielli in grado di cambiare il mondo ancora una volta.

Vi alleghiamo un PDF con tutti i risultati dettagliati e comparati con quelli dell’anno precedente:

[download id=”17″]

Per ascoltare la conferenza potete invece recarvi sul sito ufficiale