Notizie

Apple prevede di vendere fino a 40 milioni di iPhone in Cina nel 2013

Morgan Stanley crede che Apple nel prossimo anno instaurerà un rapporto di collaborazione con China Telecom e China Mobile rendendo così disponibile l’iPhone per tutti gli operatori cinesi, una mossa che provocherà un aumento non indifferente di vendite che va oltre i 40 milioni di dispositivi nell’arco dell’anno.

 

L’analista Katy Huberty ha emesso una nota facendo notare quanto potenziale potrebbe avere l’iPhone in Cina. Secondo quanto si legge, Apple potrà raggiungere solo il 10% dei 150 milioni di abbonati di fascia alta del paese con la sola partnership che già possiede con China Unicom.

China Mobile infatti è il più grande operatore wireless del mondo, con circa 120 milioni di abbonati di fascia alta che pagano più di 100RMB (16 $) al mese. il restante 10% è abbonato a China Telecom, il terzo operatore più grande in Cina.

Huberty, nella “peggiore” delle ipotesi, prevede un incremento di vendite di 26 milioni di dispositivi nel 2013 attraverso una partnership di Apple con China Mobile e China Telecom, mentre nel migliore dei casi le vendite supereranno i 40 milioni di unità, causando un incremento di 10$ in utili per azione.

L’analista ha inoltre dichiarato che la sesta generazione di iPhone “sarà probabilmente compatibile” con le reti 4G TD-LTE di China Mobile. Ha comunque specificato che “è troppo presto per esserne sicuri” mentre è certa che la prossima generazione di iPhone monterà un chip quad-core Qualcomm. Morgan Stanley confida che la prossima generazione di iPhone possa arrivare nel terzo trimestre del 2012 così che il lancio del primo iPhone di China Mobile possa verificarsi tra la fine del 2012 e l’inizio del 2013.

Supponendo che un 20% degli abbonati di China Unicom passi a China Mobile, verranno venduti circa 26 milioni di dispositivi durante l’arco dell’anno.

Huberty si aspetta che l’iPhone arriverà prima su China Telecom che su China Mobile. Citando recenti approvazioni normative ed i commenti del CEO di Apple Tim Cook durante la scorsa conferenza, l’azienda di Cupertino ha espresso la sua convinzione che l’operatore inizierà a distribuire l’iPhone “nei prossimi mesi”. Secondo alcune analisi, Apple potrà aggiungere da 2 a 4 milioni di vendite di iPhone di China Telecom nel prossimo anno.

Già dallo scorso ottobre, China Mobile aveva circa 10 milioni di iPhone sulla propria rete, nonostante il servizio fosse limitato al 2G per problemi di compatibilità. In tutto il mondo le vendite di iPhone continuano a crescere, nonostante Apple sia in accordi con solo il 30% degli operatori globali. In confronto, il creatore di Blackberry di RIM ha raggiunto il 79% del mercato globale.

Un sondaggio di Morgan Stanley dello scorso autunno ha rivelato che Apple ha superato il suo rivale Nokia diventando il primo marchio di smartphone in Cina. il 40% degli intervistati ha dichiarato che l’iPhone è la loro prima scelta per un telefono 3G. Da parte sua, Apple ha dichiarato la scorsa settimana che la domanda degli iPhone nel mese di dicembre è stata “sconcertante”. Cook ha specificato che le vendite dell’iPhone 4 sono rimaste comunque elevate nonostante l’avvicinarsi del lancio del modello 4S.

L’arrivo dell’iPhone 4S in Cina all’inizio del mese ha causato un incredibile affollamento che ha provocato il rinvio delle vendite del dispositivo in 4 negozi ufficiali. Tutto esaurito per i modelli iPhone nell’Apple Online Store cinese. Apple ha un incremento annuale delle vendite di iPhone del 128%, raggiungendo un massimo storico di 37 milioni di unità nel mese di dicembre.

Via | AppleInsider

Tag

Continua a leggere..

Lascia un commento

Continua a leggere con l'Infinite Scrolling


Queste linee blu separano gli articoli. Continua a scorrere la pagina per visualizzare l'articolo precedente.

Back to top button
Close
Close

Stai utilizzando un AdBlocker


iSpazio è un portale gratuito, supportato da Pubblicità. Non faremo mai pagare i nostri utenti per leggere le Notizie.

Le pubblicità su questo Blog non sono mai state di tipo invasivo e sono davvero poche, posizionate in maniera tale da non arrecare disturbo.

Per tutti questi motivi, ti invitiamo a disattivare il tuo AdBlocker soltanto su questo sito per continuare la navigazione. Grazie di cuore!