L’ingresso di Apple nel mercato della telefonia è avvenuto nel 2007 tramite la presentazione del primo modello dell’iPhone. Una ricerca del gruppo finanziario Morgan Keegan & Company ha provato ad analizzare l’andamento del settore della telefonia negli ultimi soffermandosi in particolare sugli effetti che Apple ha provocato su tale mercato.

Nello studio i ricavi Apple vengono appunto divisi da quelli dei concorrenti presenti sul mercato. L’industria dei dispositvi mobili composta da smartphone e tablet sarebbe rimasta stagnante negli ultimi 5 anni. In altre parole, senza Apple, i ricavi nel 4° trimestre del 20011 sarebbero circa gli stessi registrati nel medesimo trimestre nel 2007.

Nel Q4 2007 , a soli pochi mesi dall’inizio della commercializzazione del primo iPhone, i ricavi per l’industria ammontavano a circa 37,83 miliardi di dollari mentre quattro anni dopo i ricavi sono quasi raddoppiati soffermandosi a circa 71,4 miliardi dollari. Questo evidenzia come l’intera generazione di iPhone e iPad abbia contribuito con i circa 33,5 miliardi di dollari in ricavi nel Q4 2011, ovvero circa il 47% dei 71,4 miliardi registrati complessivamente.

Una grosso successo per la crescita di tale settore alla quale Apple ha certamente contribuito. Non è detto però che solo a Cupertino avrebbero potuto risollevare questo mercato, c’è da riconoscere che anche altri produttori avrebbero potuto ottenere il medesimo successo. Di certo possiamo dire che l’iPhone ha sicuramente riscosso un grande successo, contribuendo non poco a dare una smossa all’ambiente della telefonia mobile.