Concorrenza

Nokia continua a lavorare su Meltemi per rendere più attraenti i telefoni di fascia bassa

Nell’ultimo anno gli affari di Nokia non sono stati poi così tanto rosei. Come vi abbiamo riportato ieri in un articolo, la casa finlandese ha subito una perdita di circa 1,4 miliardi di dollari, rispetto ai 1,3 miliardi di dollari dell’anno precedente. Uno dei settori che continua a trainare la società è sicuramente quello dei dispositivi a basso costo, su cui però i margini di guadagno sono davvero bassi.

Per rendere più attraenti i dispositivi di fascia bassa, non solo dal punto di vista del prezzo, Nokia ha pensato di sostituire l’attuale sistema operativo utilizzato nella Serie 40 con un nuovo software basato interamente su Linux.

Reuters afferma che il nuovo sistema operativo Meltemi è in via di sviluppo e assicurerà un’esperienza utente simile a quella offerta dai più recenti smartphone. I dettagli trapelati sono ancora pochi. Per ora si pensa che l’interfaccia grafica di Meltemi possa essere simile a quella utilizzata in Maemo anche se con un kernel totalmente diverso.

I cellulari Serie 40 hanno anche superato complessivamente il miliardo di unità vendute qualche mese fa, perciò è logico che Nokia non voglia abbandonare questo settore, ma rinnovarlo ed aggiornare la veste dei telefonini rispettando i gusti moderni. Se nel campo smartphone di fascia alta, Nokia sta cercando di riguadagnare terreno lottando con i colossi Apple e Google, nel settore dei dispositivi di fascia bassa rimane ancora la regina indiscussa.

Via | Reuters

Tag

Continua a leggere..

Lascia un commento

Continua a leggere con l'Infinite Scrolling


Queste linee blu separano gli articoli. Continua a scorrere la pagina per visualizzare l'articolo precedente.

Back to top button
Close
Close

Stai utilizzando un AdBlocker


iSpazio è un portale gratuito, supportato da Pubblicità. Non faremo mai pagare i nostri utenti per leggere le Notizie.

Le pubblicità su questo Blog non sono mai state di tipo invasivo e sono davvero poche, posizionate in maniera tale da non arrecare disturbo.

Per tutti questi motivi, ti invitiamo a disattivare il tuo AdBlocker soltanto su questo sito per continuare la navigazione. Grazie di cuore!