Notizie

Kodak fa nuovamente causa ad Apple accusandola di interferire nella vendita dei brevetti

La vicenda legale tra Apple e Kodak sembra essere destinata a diventare presto una telenovela simile a quella che vede da anni l’azienda di Cupertino contro il colosso sudcoreano Samsung.

Kodak ha infatti citato nuovamente in giudizio Apple accusandola di interferire nei piani di vendita dell’ampio portafoglio brevetti che la storica azienda di macchine fotografiche ha deciso di liquidare a seguito del fallimento. Al tribunale fallimentare di Manhattan, Kodak ha detto che Apple, la più grande società americana per valore di mercato, pretende erroneamente di possedere 10 brevetti derivanti dal lavoro che le aziende hanno sviluppato insieme nei primi anni 90. Inoltre anche la società privata FlashPoint Technology Inc., spinoff di Apple nata nel 1996, rivendica anch’essa la proprietà di tali brevetti.

La strategia di Apple è stata quella di usare la sua posizione dominante per ritardare il più possibile il pagamento di royalties a Kodak. Apple e FlashPoint stanno cercando di beneficiare di una posizione finanziaria difficile di Kodak che aggraverà la situazione se i debitori non potranno ottenere il fair value per i brevetti.

Questa vicenda non è nuova. Lo scorso 18 maggio, Kodak aveva già accusato Apple di mettere in atto tale pratica. La società possiede circa 10.700 brevetti e sta cercando di vendere il portafoglio inerente a immagini e capture digitali di circa 400 brevetti. Questi ultimi dovrebbero andare all’asta ai primi di agosto e il vincitore sarà annunciato il 13 agosto.

Via | iClarified

Tag

Continua a leggere..

Lascia un commento

Continua a leggere con l'Infinite Scrolling


Queste linee blu separano gli articoli. Continua a scorrere la pagina per visualizzare l'articolo precedente.

Back to top button
Close
Close

Stai utilizzando un AdBlocker


iSpazio è un portale gratuito, supportato da Pubblicità. Non faremo mai pagare i nostri utenti per leggere le Notizie.

Le pubblicità su questo Blog non sono mai state di tipo invasivo e sono davvero poche, posizionate in maniera tale da non arrecare disturbo.

Per tutti questi motivi, ti invitiamo a disattivare il tuo AdBlocker soltanto su questo sito per continuare la navigazione. Grazie di cuore!