Scarica la nostra App

iSpazio app

Resta in contatto con noi

Ascolta il nostro Podcast

ispazio podcast

Subscribe Now

* You will receive the latest news and updates on your favorite celebrities!

Trending News

Apple vs. Samsung: guerra a suon di royalty e brevetti!
Brevetti

Apple vs. Samsung: guerra a suon di royalty e brevetti! 

Che tra Apple e Samsung ci siano delle questioni in sospeso è un dato di fatto. Sono numerose le cause che vedono protagonisti i due colossi dell’elettronica e in questi giorni stiamo assistendo ad una nuova vicenda giudiziaria. Apple Inc. ha infatti  recentemente citato in tribunale l’azienda sudcoreana con l’intenzione di chiedere un risarcimento miliardario per i danni subiti dalle violazioni delle proprietà intellettuali. Quest’ultima cita a sua volta Apple per il mancato pagamento di royalty.

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

In un documento presentato ieri presso i tribunali degli Stati Uniti, Apple cita Samsung e chiede un risarcimento pari a circa 2,5 miliardi di dollari per tutte le violazioni intelletuali contestate all’azienda.

I brevetti detenuti da Apple per i quali viene chiesto il risarcimento sono essenzialmente legati alla tecnologia touchscreen e al design di alcuni smartphone che Samsung avrebbe prodotto senza il pagamento delle adeguate royalty. Le royalty sono il pagamento di un compenso al titolare di un brevetto o proprietà intellettuale con lo scopo di poter sfruttare quel bene per fini commerciali. Samsung stessa ha recentemente avanzato ad Apple la richiesta di royalty per alcuni brevetti che i terminali iOS avrebbero violato. L’azienda sudcoreana ha quindi presentato ad Apple una proposta che tuttavia è stata rifiutata in quanto le richieste sono “eccessive e sleali”.

Samsung esigerebbe un tasso del 2,4% sull’intero prezzo di vendita del prodotto iOS. Apple ha dichiarato: “le richieste di royalty da parte di Samsung sono maggiori di quelle che generalmente paghiamo ai titolari di altre licenze per il loro portafoglio brevetti”. Samsung ha prontamente risposto dichiarando che la richiesta avanzata “è coerente con i tassi richiesti mediamente ad altre aziende” sottolineando come Apple, dopo aver respinto l’offerta, si rifiuti di negoziare sostenendo che al massimo sarebbe disposta a pagare l’1% sul prezzo finale di vendita del prodotto.

Al momento la vicenda è sotto osservazione da parte della corta distrettuale degli Stati Uniti, distretto settentrionale della California. Non appena ci saranno degli sviluppi vi terremo informati.

Via | Reuters

 

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

Related posts

Commenti

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.