Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

Notizie

Pubblicati un milione di codici UDID rubati da un portatile dell’FBI! In tutto 12 milioni di codici in possesso del gruppo AntiSec [Aggiornato: smentita FBI]

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

Nelle scorse il gruppo di hacker AntiSec ha pubblicato su internet oltre un milione di codici UDID, i codici unici identificativi associati ai dispositivi Apple. I ragazzi di AntiSec hanno affermato che questa è solo una piccola parte dei codici rubati da un portatile di un agente dell’ Cyber Action Team dell’FBI.

I codici UDID pubblicati sono stati circa un milione, ma a quanto fa sapere il gruppo di AntiSec in tutto i codici rubati dal portatile dell’agente dell’FBI Christopher K. Stangl sarebbero 12 milioni. Il gruppo di hacker inoltre ha pubblicato anche una breve introduzione dove spiega come ha ottenuto i codici, eccola di seguito:

Durante la seconda settimana di marzo 2012, un notebook Dell Vostro, utilizzato da Christopher K. Stangl, agente speciale supervisore dell’FBI, sezione regionale Cyber Action Team e New York FBI Office Evidence Response Team, è stato violato sfruttando la vulnerabilità AtomicReferenceArray di Java, durante la sessione di shell un po’ di file sono stati scaricati dalla cartella desktop, uno di questi con il nome “NCFTA_iOS_devices_intel.csv” si è rivelato essere un elenco di 12.367.232 di dispositivi Apple iOS, compresi gli identificatori dispositivo unico (UDID), nomi utente, il nome del dispositivo, il tipo di dispositivo, i token per il servizio Apple Push Notification Service, i codici di avviamento postale, numeri di telefono, indirizzi ecc. I campi sui dettagli personali risultano spesso vuoti, lasciando l’elenco incompleto in molte parti. Nessun altro file della stessa cartella fa menzione di questo file o del suo scopo.

La questione però è un’altra! Come mai l’FBI ha un elenco di UDID e relative informazioni pari a 12 milioni di dispositivi? Nemmeno l’AntiSec è riuscita a dare una risposta a questo. Gli hacker prima di pubblicare l’elenco di un milione sul web hanno provveduto ad eliminare tutti i dati personali relativi ad ogni codice.

Qui è possibile effettuare un controllo per vedere se il proprio UDID è incluso nella lista di quelli compromessi!

Aggiornamento

L’FBI risponde oggi in merito alla vicenda che sembra ancora abbastanza confusa: nessun agente è stato coinvolto in alcun tipo di indagine che prevede l’utilizzo di codici UDID. Secondo l’agenzia infatti, le dichiarazioni dell’AntiSec sono completamente false. La cosa è davvero difficile da credere, ma se così fosse, dove sono stati presi quindi i milioni di UDID? Vi terremo aggiornati.

Via | CulfOfMac

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

Continua a leggere..

Back to top button
Close

Stai utilizzando un AdBlocker


iSpazio è un portale gratuito, supportato da Pubblicità. Non faremo mai pagare i nostri utenti per leggere le Notizie.

Le pubblicità su questo Blog non sono mai state di tipo invasivo e sono davvero poche, posizionate in maniera tale da non arrecare disturbo. Qui NON TROVERAI MAI Pubblicità Video, Pubblicità con riproduzione automatica oppure Pubblicità che si sovrappongono allo schermo!

Per tutti questi motivi, ti invitiamo a disattivare il tuo AdBlocker soltanto su questo sito per continuare la navigazione. Grazie di cuore!

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.