Concorrenza

Google: La sconfitta di Samsung contro Apple ci ha aperto gli occhi.

La “guerra” tra Apple e i suoi concorrenti Android, Samsung soprattutto, non accenna a fermarsi. Ricorderete che Apple ha ottenuto una pesante vittoria nel tribunale della California, infliggendo a Samsung una sconfitta a livello economico di oltre un miliardo di dollari. Ora Google esprime ulteriori commenti sulla vicenda.

Il vicepresidente dello sviluppo aziendale di Google, Davide Lawee, è tornato a parlare della vittoria in tribunale californiano della società di Cupertino nei confronti della rivale coreana. Tra tutto quello che ha detto, spicca certamente questa frase:

Non pensavamo fosse possibile brevettare gli angoli arrotondati

Nell’intervista rilasciata a Bloomberg Tv, Lawee afferma anche che sono stati compiuti degli errori da parte di Google. Per esempio, avrebbero dovuto utilizzare una politica più aggressiva per quanto concerne i diritti d’autore, facendo maggiori investimenti e brevettando più rapidamente le proprie tecnologie. Google avrebbe dovuto assumere un atteggiamento diverso per salvaguardare le proprietà intellettuali nate dal duro lavoro dei propri ricercatori, approfittando delle risorse a propria disposizione (quello che ha fatto Apple in questi anni).

Il caso Samsung, dunque, sarà per Google la “sveglia” che l’azienda stava aspettando per imprimere una sterzata decisiva alle proprie strategie. Il colosso di Mountain View sembra pronto a far valere i propri diritti sul campo ed in aula di tribunale.

Via | Bloomberg

Tag

Continua a leggere..

Continua a leggere con l'Infinite Scrolling


Queste linee blu separano gli articoli. Continua a scorrere la pagina per visualizzare l'articolo precedente.

Back to top button
Close
Close

Stai utilizzando un AdBlocker


iSpazio è un portale gratuito, supportato da Pubblicità. Non faremo mai pagare i nostri utenti per leggere le Notizie.

Le pubblicità su questo Blog non sono mai state di tipo invasivo e sono davvero poche, posizionate in maniera tale da non arrecare disturbo.

Per tutti questi motivi, ti invitiamo a disattivare il tuo AdBlocker soltanto su questo sito per continuare la navigazione. Grazie di cuore!