Secondo GeekBench, il nuovo chip A6 di Apple, basato su una architettura ARMv7 fortemente modificata per il nuovo iPhone 5, ha una velocità di clock massima di 1,3 GHz e una minima di 500MHz, che varia in base alle risorse che il sistema richiede.

La variazione della frequenza di clock dinamica in base alle prestazioni che vengono richieste, non è una novità, ma nessun chip Nvidia o Qualcomm riesce ad ottenere le performance dell’A6 Apple.

Inizialmente si pensava che il successore dell’A5 avesse un clock di 1.02GHz, ma successivamente si è riusciti a raggiungere una frequenza di 1.1GHz e 1.3GHz. Invece, per quanto riguarda la frequenza di clock minima, il miglior risultato ottenuto è di 550MHz. Di seguito le immagini che dimostrano i risultati citati poco fa:

Questa funzione di clock dinamico dovrebbe ottimizzare la batteria del nostro dispositivo, anche se aspettiamo test molto più dettagliati per sapere se realmente questa “trovata” avrà gli effetti desiderati dagli ingegneri di Cupertino.

Via | iDownloadBlog