TechCrunch ha oggi pubblicato un lungo ed esaustivo articolo in cui ci vengono svelati i “dietro le quinte” sul jailbreak dell’iPhone 5. L’articolo, in particolare, analizza dettagliatamente alcuni passaggi che hanno portato alla realizzazione dei jailbreak passati e sulla realizzazione di quello attuale per iPhone 5, ma anche alcuni dati interessanti su Cydia.

Cydia

L’articolo non menziona a che punto è il jailbreak di iOS6, però ci fornisce alcuni dati che possono rivelarsi interessanti. Una tabella, ad esempio, ci mostra su quanti dispositivi è stato installo Cydia negli ultimi 2 mesi.

cydia-table4

Il grafico proviene direttamente da Jay Freeman, creatore di Cydia, meglio conosciuto come Saurik. Esso ci mostra le percentuali dei dispositivi che hanno installato Cydia negli ultimi 2 mesi: il totale dei dispositivi iOS è di ben 22’780’029 unità.

Il grafico a dir la verità sorprende poco: l’iPhone 4 risulta il dispositivo più jailbreakkato in quanto è il dispositivo più recente con l’iOS6 sul quale si può installare Cydia; inoltre, esistendo ben 2 modelli di iPhone successivi al 4, è anche più conveniente acquistarlo.

Un’altra situazione curiosa (anche se non è inaspettata), è che Saurik ha dichiarato che il numero delle installazioni di Cydia tende a diminuire col passare del tempo, ma una volta rilasciato il nuovo jailbreak, questo numero tende a risalire più del precedente jailbreak.

Inutile dire che sarà interessante vedere quali saranno i numeri di download quando uscirà il prossimo jailbreak per iPhone 5, anche se per questo non dovrebbe volerci molto, dato che pod2g ha fatto sapere che sono stati fatti passi da gigante con l’hacking.