Notizie

Apple chiede al giudice di respingere la querela di monopolio sulle app

Il giudice di Oakland, California, è chiamato a decidere se Apple sta esercitando alcune pratiche monopolistiche non del tutto lecite, conseguentemente alla denuncia ricevuta nel 2011. La società di Cupertino oggi chiede ufficialmente che tale denuncia venga respinta, ma andiamo a conoscere meglio il caso.

On the window at the Apple Store Regent Street.

Ieri Apple ha inviato una richiesta alla Corte, nell’intento che quest’ultima respinga una causa intentata due anni fa nei propri confronti. La società di Cupertino è stata accusata di atti di monopolio, visto che offre applicazioni solamente nell’App Store. Apple d’altro canto ribadisce che non è la società a fissare i prezzi delle app di terze parti, e sostiene che la propria politica non violi le leggi antitrust.

L’avvocato della società di Cupertino, Dan Wall, ha riferito al giudice distrettuale Yvonne Gonzalez Rogers che:

Non c’è nulla di illegale nel creare un sistema che sia, in un certo senso, chiuso.

Alexander Schmidt, legale rappresentante di sette parti civili che hanno depositato la denuncia afferma che:

Può un consumatore andare da qualche altra parte e comprare Angry Birds per iPhone? Se la risposta è no, allora Apple è un monopolista.

Questo processo non è il solo per cui Apple si difende da accuse di comportamento monopolistico. Nei procedimenti giudiziari dinanzi allo stesso giudice federale, la società di Cupertino si sta difendendo contro le accuse di monopolio della musica digitale con la vendita di canzoni sul proprio iTunes Store. Insomma sembra che le cause per Apple non cessino mai, in ogni caso noi vi terremo costantemente aggiornati sulla situazione.

Via | iDownloadblog

Tag

Continua a leggere..

Continua a leggere con l'Infinite Scrolling


Queste linee blu separano gli articoli. Continua a scorrere la pagina per visualizzare l'articolo precedente.

Back to top button
Close
Close

Stai utilizzando un AdBlocker


iSpazio è un portale gratuito, supportato da Pubblicità. Non faremo mai pagare i nostri utenti per leggere le Notizie.

Le pubblicità su questo Blog non sono mai state di tipo invasivo e sono davvero poche, posizionate in maniera tale da non arrecare disturbo.

Per tutti questi motivi, ti invitiamo a disattivare il tuo AdBlocker soltanto su questo sito per continuare la navigazione. Grazie di cuore!