Apple ha bloccato le notifiche push di AppGratis anche agli utenti che avevano già scaricato l’applicazione prima dei fatti avvenuti negli scorsi giorni. Si tratta di un provvedimento che non ha precedenti nella storia di Cupertino, ma AppGratis non demorde!

e88de301b05513903ed9eb3906447213

È la prima volta in tutta la storia di Apple che la società si vede costretta ad inibire anche la possibilità di inviare notifiche push ad un’applicazione. In questo caso parliamo della situazione, nota ormai a tutti, che si è venuta a creare con AppGratis.

Per non deludere le aspettative degli utenti, il CEO dell’app, Simon Dawait, ha annunciato il lancio di una newsletter quotidiana via e-mail per i 12 milioni di utenti che erano abbonati al servizio prima degli avvenimenti degli ultimi giorni.

“Siamo parecchio emozionati, stiamo tornando alle nostre radici. Manderemo una newsletter giornaliera ai milioni di utenti iscritti, che sarà presto un complemento alla più bella web-app in HTML5 di tutti i tempi”, scrive Dawait sul blog della società. “Due elementi che ci spettano di diritto e che nessuno potrà mai toglierci. Quando avevo annunciato che gli articoli sulla nostra morte fossero esagerati non stavo scherzando. NON SCHERZAVO AFFATTO. AppGratis è appena ai suoi inizi.” 

Insomma, AppGratis non cesserà di esistere con l’eliminazione del servizio su AppStore, ma rinascerà con sembianze diverse, ma con lo stesso obiettivo. Quello di fornire agli utenti la possibilità di accedere alle offerte e, quando possibile, di lucrarci sopra.

Via | CultOfMac