Scarica la nostra App

iSpazio app

Resta in contatto con noi

Ascolta il nostro Podcast

ispazio podcast

Subscribe Now

* You will receive the latest news and updates on your favorite celebrities!

Trending News

Risultati Apple Q2 2013: 43,66 miliardi di ricavi, 37,4 milioni di iPhone venduti, 19,5 milioni di iPad, 4 milioni di Mac e 5,6 milioni di iPod!
Notizie

Risultati Apple Q2 2013: 43,66 miliardi di ricavi, 37,4 milioni di iPhone venduti, 19,5 milioni di iPad, 4 milioni di Mac e 5,6 milioni di iPod! 

Finalmente sono stati resi disponibili i nuovi risultati fiscali relativi al secondo trimestre del 2013 durante la classica chiamata audio. Si parte con un ricavato di 43,66 miliardi di dollari. Andiamo a vedere tutti i dati rivelati.

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

conference call apple

Apple ha appena diramato i risultati del primo trimestre finanziario, o Q2, del 2013. L’azienda ha annunciato un fatturato trimestrale di 43,6 miliardi di dollari e un utile netto trimestrale di 9,5 miliardi di dollari.

Apple ha venduto 37,4 milioni di iPhone durante il trimestre dato da comparare rispetto ai 35,1 milioni di iPhone venduti nello stesso periodi fiscale dello scorso anno. Apple ha venduto anche 19,5 milioni di iPad dato record  da comparare rispetto ai 11,8 milioni di iPad venduti nello stesso periodi fiscale dello scorso anno. Venduti 4 milioni di Mac nel trimestre dato da comparare rispetto ai 4 milioni di Mac venduti nello stesso periodi fiscale dello scorso anno e 5,6 milioni di iPod durante il trimestre, da comparare rispetto ai 7,6 milioni di iPod venduti nello stesso periodi fiscale dello scorso anno.

2013-04-23 22-43-49-revenue

Durante lo scorso trimestre apple aveva previsto un fatturato compreso tra i 41 e 42 miliardi di dollari con delle spese varie tra 3,8 e 3,9 miliardi di dollari e tasse da pagare corrispondenti al 26%, a quanto pare le aspettative sono state superate. Attualmente Apple conta nelle sue tasche circa 145 miliardi di dollari in cash ed il suo fatturato è cresciuto dell’11%.

Secondo quanto riportato nel comunicato stampa il dividendo riservato agli azionisti Apple sale da 2,65$ a 3,05$, da pagare il 16 Maggio per chi le avrà il 13 Maggio.

Note della chiamata

Inizia la chiamata e Cook ovviamente parte introducendo l’ottimo risultato ottenuto tenendo anche in considerazione che la nuova categoria di iPad Mini introdotta ha strategicamente portato Apple a tenere un margine di guadagno basso, inoltre lo stesso CEO ha fatto riferimento a nuovi prodotti che saranno presentati nell’autunno di quest’anno e nel 2014. “I nostri ingegneri stanno lavorando duramente su nuovo hardware, software e servizi che non vediamo l’ora di mostrarvi. Questa è la stessa società che ha portato al mondo l’iPhone e l’iPad e abbiamo in padella molte sorprese”.

Il CFO, Peter Oppenheimer ha ricordato che Domenica verranno festeggiati i 10 anni dalla creazione di iTunes, il noto player e store musicale presente ad oggi in 119 paesi con un catalogo di 35 milioni di brani musicali. Dall’AppStore sono state scaricate 45 miliardi di applicazioni di oltre 850 mila disponibili con 800 nuove applicazioni scaricate al secondo. Gli utenti di iCloud hanno raggiunto 300 milioni con un incremento del 20% da Gennaio dove gli utenti erano circa 250 milioni, inoltre Apple ha affermato che continueranno a lavorare all’ecosistema e ad aggiungere nuove funzionalità.

Apple prevede di aprire circa 30 nuovi Apple Store nell’anno fiscale del 2013. Gli Apple Store hanno avuto un ricavo di 13,1 milioni di dollari con 91 milioni di visitatori ogni store e 17.500 visitatori alla settimana in ogni negozio. Continua l’investimento di Apple in Cina, in due anni promette di raddoppiare gli Apple Store attualmente presenti (11).

Grafici | MacStories 

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

Related posts

Commenti

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.