Notizie

Verifica in due passaggi per i nostri account iTunes anche in Italia ed in altri 12 paesi

Lo scorso 21 marzo Apple aveva introdotto un sistema di verifica in due passaggi per aumentare la sicurezza dei nostri account iTunes. Questa, inizialmente disponibile solo in cinque paesi nel mondo, ha raggiunto ulteriori 13 stati, fra cui l’Italia.

twostepverification

La verifica in due passaggi è stata introdotta da Apple nelle scorse settimane in Stati Uniti, Regno Unito, Nuova Zelanda, Australia ed Irlanda. Prevede l’inserimento della propria password e l’utilizzo di un codice automatico momentaneo di quattro cifre che verrà inviato all’utente su un dispositivo considerato sicuro tramite un SMS o l’applicazione Trova il mio iPhone (nel caso in cui quest’ultima fosse installata).

Tale modalità è stata lanciata in ulteriori 13 paesi in tutto il mondo, fra cui: Argentina, Austria, Belgio, Brasile, Canada, Italia, Pakistan, Polonia, Portogallo, Germania, Messico, Olanda e Russia. Gli utenti che hanno un account iTunes appartenente ad uno di questi paesi potranno finalmente utilizzare il più sicuro metodo di verifica a due passaggi.

Nel caso in cui l’utente smarrisse la password dell’account, avremo la possibilità di recuperarla sfruttando lo stesso sistema, senza quindi il bisogno di perdere tempo rispondendo alla domanda segreta impostata nel momento della creazione dell’account.

Per avere maggiori informazioni e dettagli sul nuovo sistema di verifica è possibile consultare la pagina delle FAQ di Apple.

Via | MacRumors

Tag

Continua a leggere..

Continua a leggere con l'Infinite Scrolling


Queste linee blu separano gli articoli. Continua a scorrere la pagina per visualizzare l'articolo precedente.

Back to top button
Close
Close

Stai utilizzando un AdBlocker


iSpazio è un portale gratuito, supportato da Pubblicità. Non faremo mai pagare i nostri utenti per leggere le Notizie.

Le pubblicità su questo Blog non sono mai state di tipo invasivo e sono davvero poche, posizionate in maniera tale da non arrecare disturbo.

Per tutti questi motivi, ti invitiamo a disattivare il tuo AdBlocker soltanto su questo sito per continuare la navigazione. Grazie di cuore!