Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

Notizie

Instagram vieta l’utilizzo di ‘insta’ e ‘gram’ nei nomi delle applicazioni

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

Instagram, il popolare social network fotografico acquistato alcuni mesi fa da Facebook, ha deciso di cambiare nuovamente la propria policy vietando agli sviluppatori di utilizzare i termini “insta” e “gram” all’interno delle proprie applicazioni. C’è il rischio quindi che molti servizi potrebbero dover cambiare nome o addirittura chiudere.

Instagram

Instagram ha aggiornato le proprie linee guida del marchio, impedendo agli sviluppatori di inserire i termini “insta” o “gram” nel nome del proprio servizio web o applicazione. Gli sviluppatori che attualmente violano questa nuova condizione hanno quindi a propria disposizione un periodo di tempo ragionevole per poter risolvere la questione, ma se ciò non dovesse avvenire, Instagram toglierà i permessi per l’utilizzo delle proprie API e di conseguenza il servizio o l’applicazione in questione non funzionerà più in futuro.

Il social network sta avvertendo i vari sviluppatori interessati inviando alcune email. Questa quella ricevuta da Luxogram:

Come speriamo che possiate capire, la protezione di un marchio ben conosciuto come Instagram è molto importante. Ad esempio, è sempre stato contro le nostre linee guida utilizzare un nome che assomigli ad “Instagram” o che copi le caratteristiche proprie della nostra applicazione. Allo stesso modo, utilizzare le parole “INSTA” o “GRAM” all’interno di un’applicazione terza collegata a noi può risultare dannoso per Instagram. È importante che tu possa sviluppare un marchio distintivo per la tua applicazione e che utilizzi il marchio di Instagram solo quando espressamente permesso dalla nostra politica.

Instagram inoltre si aspetta una risposta soddisfacente nell’arco di 48 ore e che lo sviluppatore possa risolvere la questione in un periodo ragionevole di tempo.

Insta

Luxogram non è però l’unica applicazione a non rispettare le linee guida: le applicazioni o i servizi web con nomi simili sono davvero tanti (Statigram, Webstagram, Instagallery, giusto per citarne alcuni). Le strade da percorrere sono quindi due: o tutti questi servizi cambiano nome, oppure saranno destinati alla chiusura, dal momento in cui Instagram revocherà loro l’accesso alle proprie API.

Via | iDownloadBlog

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

Continua a leggere..

Back to top button
Close

Stai utilizzando un AdBlocker


iSpazio è un portale gratuito, supportato da Pubblicità. Non faremo mai pagare i nostri utenti per leggere le Notizie.

Le pubblicità su questo Blog non sono mai state di tipo invasivo e sono davvero poche, posizionate in maniera tale da non arrecare disturbo. Qui NON TROVERAI MAI Pubblicità Video, Pubblicità con riproduzione automatica oppure Pubblicità che si sovrappongono allo schermo!

Per tutti questi motivi, ti invitiamo a disattivare il tuo AdBlocker soltanto su questo sito per continuare la navigazione. Grazie di cuore!

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.