Notizie

Steve Jobs non ha mai avuto belle parole per il creatore di Android ed oggi sono state rivelate.

Non è un segreto che Steve Jobs non amasse Android, ma le dichiarazioni pubblicate soltanto oggi sono molto più dirette rispetto a ciò che abbiamo saputo finora.

Andy Rubin Google’s senior vice president of mobile and digital content begins selling a wallet phone directly to U.S. consumers

Steve Jobs ha sempre considerato Android come un prodotto rubato da Apple. Se già di per sé questa dichiarazione è abbastanza forte, non è niente a confronto a ciò che è stato pubblicato oggi.

Lo scrittore Fred Vogelstein ha infatti pubblicato un nuovo libro incentrato proprio sul fondatore di Apple, dal titolo “Dogfight: How Apple And Google Went To War And Started a Revolution. Nel testo sono presenti alcuni dettagli rimasti inediti fino ad oggi, come quelle che sembrano un vero e proprio attacco diretto ad Andy Rubin, creatore di Android.

Jobs ha descritto Rubin come un “grande arrogante“, continuando poi a parlare del suo prodotto, Android, definendolo “a fucking rip off of what we’re doing.” (una copia pietosa di quello che stiamo facendo noi)

In seguito, Jobs avrebbe avuto un incontro con Rubin ed i dirigenti di Google Larry Page ed Alan Eustace per costringerli a rimuovere alcune caratteristiche che contraddistinguono lo smartphone di Apple, come le gesture multitouch o il modo in cui viene sbloccato il dispositivo.

Non sappiamo quanto tempo Apple avrebbe potuto guadagnare nei confronti di Android se Google avesse rispettato le volontà di Jobs, ma le cose non andarono così ed oggi Android è un sistema operativo di successo e diffusissimo.

Via | BGR

Tag

Continua a leggere..

Continua a leggere con l'Infinite Scrolling


Queste linee blu separano gli articoli. Continua a scorrere la pagina per visualizzare l'articolo precedente.

Back to top button
Close
Close

Stai utilizzando un AdBlocker


iSpazio è un portale gratuito, supportato da Pubblicità. Non faremo mai pagare i nostri utenti per leggere le Notizie.

Le pubblicità su questo Blog non sono mai state di tipo invasivo e sono davvero poche, posizionate in maniera tale da non arrecare disturbo.

Per tutti questi motivi, ti invitiamo a disattivare il tuo AdBlocker soltanto su questo sito per continuare la navigazione. Grazie di cuore!