Scarica la nostra App

iSpazio app

Resta in contatto con noi

Ascolta il nostro Podcast

ispazio podcast

Subscribe Now

* You will receive the latest news and updates on your favorite celebrities!

Trending News

Apple accusata di aver nascosto oltre 1 miliardo di euro al Fisco: ora sotto inchiesta [Aggiornato]
Notizie

Apple accusata di aver nascosto oltre 1 miliardo di euro al Fisco: ora sotto inchiesta [Aggiornato] 

E’ di pochi minuti fa la notizia che vede Apple sotto inchiesta per frode fiscale: nello specifico, l’azienda avrebbe sottostimato l’imponibile fiscale per gli anni 2010-2011. La Procura di Milano sta attualmente indagando. Di seguito i dettagli.

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

image

L’accusa è di dichiarazione dei redditi fraudolenta, con aggravante per continuazione nel tempo. Il procuratore aggiunto Francesco Grego ed il pm Adriano Scudieri hanno ricostruito i fatti, dichiarando che Apple ha sottostimato di ben 206 milioni di euro l’imponibile fiscale per l’anno 2010, e di 853 milioni di euro l’imponibile per l’anno 2011, attraverso falsa rappresentazione delle scritture contabili e mezzi fraudolenti.

Secondo l’accusa, i profitti italiani dell’azienda (come quelli di Google ed altre multinazionali hi-tech) venivano contabilizzati dalla società irlandese Apple Sales International che, attraverso uno particolare schema, permetteva ad Apple di pagare tasse irrisorie rispetto agli enormi profitti dell’azienda, approfittando di una serie di norme legislative irlandesi.

Qualche giorno fa, sotto ordine del precedentemente citato procuratore Adriano Scudieri, è stata perquisita la sede Apple sita in piazza San Babila (Milano) con conseguente sequestro di ingente materiale telefonico ed informatico: l’intento è quello di trovare prove della frode a seguito di un’approfondita analisi di tale materiale.

AGGIORNAMENTO: La risposta di Apple a queste accuse non si fa attendere. Ecco cosa scrive la società in una email informativa:

Apple paga ogni dollaro ed euro di tasse che gli sono dovute e siamo continuamente oggetto di revisione contabile da parte dei governi di tutto il mondo. Le autorità fiscali italiane hanno già effettuato controlli in Apple Italia nel 2007, 2008 e 2009 confermando che eravamo in piena conformità con la documentazione OCSE e i requisiti di trasparenza. Siamo certi che la revisione in corso attualmente raggiungerà la stessa conclusione.

Via | Espresso | Bloomberg

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

Related posts

Commenti

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.