Scarica la nostra App

iSpazio app

Resta in contatto con noi

Ascolta il nostro Podcast

ispazio podcast

Subscribe Now

* You will receive the latest news and updates on your favorite celebrities!

Trending News

Mai più foto sfocate: Apple studia come migliorare la fotocamera dell’iPhone
Brevetti

Mai più foto sfocate: Apple studia come migliorare la fotocamera dell’iPhone 

In commercio esiste un prodotto, chiamato Lytro, che in molti lo reputino una rivoluzione nel settore fotografico. Con Lytro è infatti possibile mettere a fuoco le nostre fotografie dopo aver eseguito lo scatto. Oggi scopriamo che Apple ha adocchiato da un po’ questo gioiellino tecnologico ed ha quindi deciso di brevettare una funzione simile.

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

fotosfocate

Lytro è un prodotto unico nel suo genere: si tratta di una fotocamera molto particolare con una risoluzione relativamente bassa in confronto alla concorrenza, senza alcun flash LED e dalla forma poco consona ad una fotocamera. Ma un lato positivo ce l’avrà? Ebbene, se da molti è considerata una vera e propria rivoluzione un perché esiste.

Con Lytro è possibile scattare fotografie e decidere solamente in un secondo momento quali dettagli mettere a fuoco e quali no. Steve Jobs in persona rimase affascinato da questa tecnologia, ma dopo alcuni incontri col CEO della società tutto sembrò essersi bloccato.

Lytro

Oggi però il Patent and Trademark Office statunitense ha pubblicato un nuovo brevetto depositato da Apple che richiama alla memoria proprio questa tecnologia. La società californiana ha infatti brevettato un metodo per una “fotocamera digitale che include una modalità di messa a fuoco regolabile”. Il brevetto viene descritto come un sistema che consentirebbe di rendere più compatto il prodotto realizzato da Lytro e di aumentare contemporaneamente la risoluzione degli scatti.

Tutto ciò come può funzionare? Semplice: la lente della fotocamera viene sostituita con varie micro-lenti posizionate davanti al sensore della fotocamera. In questo modo il dispositivo non solo riuscirà a percepire la luce, ma ne calcolerà anche l’intensità, la posizione e la distanza. Salvando tutti questi dati è quindi possibile modificare la messa a fuoco successivamente allo scatto.

Questa funzionalità ha rivoluzionato il mondo della fotografia e se Apple la implementasse in iPhone avrebbe raggiunto un nuovo importante traguardo. Purtroppo però siamo convinti che ci vorranno ancora un po’ di anni prima che tutto questo possa venire trasformato in realtà.

Via | Cult Of Mac

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

Related posts

Commenti

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.