Apple assicura che iOS, OS X, iCloud ed iTunes Store non sono vulnerabili all’HeartBleed Bug

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

Ieri vi abbiamo parlato di Heartbleed una falla di sicurezza nel protocollo OpenSSL che permette a malintenzionati di accedere ai database che contengono userneame e password, impossessandosi di milioni di account per compiere truffe sui siti più famosi, compresi quelli dove avviene uno scambio di denaro. Apple oggi ha assicurato che nessuno dei propri prodotti o servizi è stato colpito da questo problema.

hearbleed-bug-apple

Apple non ha implementato il codice vulnerabile all’interno di nessun prodotto: iOS, OS X e tutti i servizi Web-based come iCloud o iTunes Store sono immuni dal fenomeno Heartbleed.

Siti web maggiori come Google e Facebook hanno già applicato la patch di sicurezza per proteggere i propri utenti. Sembra che il fenomeno si sia ridimensionato al momento, ma se volete controllare il livello di sicurezza di qualche determinato sito web o capire come proteggervi da HeartBleed allora leggete questo articolo.

Ieri vi abbiamo parlato di Heartbleed una falla di sicurezza nel protocollo OpenSSL che permette a malintenzionati di accedere ai…

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

Se questo articolo ti è piaciuto, seguici su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter e su Instagram, pronti a sorprenderti con belle foto. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in:

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

Prima di commentare, leggi il Regolamento. Se commenti, dichiari di aver letto ed accettato tutte le nostre regole sulle discussioni nel nostro Blog.