Notizie

Trova il mio iPhone salva una donna individuando il burrone in cui era caduta

Indipendentemente da quella che può essere la competizione tra i brand, i nuovi fenomeni in voga come hairgate e bendgate, bisogna ricordare che lo scopo unico della tecnologia è quello di migliorare la vita delle persone che la utilizzano. In questo caso, la tecnologia del servizio di individuazione di iPhone ha salvato la vita di una donna che era scomparsa da 17 ore.

trova il mio iPhone

In seguito ad un incidente d’auto, la donna era caduta con la sua vettura all’interno di un burrone inaccessibile.

Tutto è cominciato poco dopo le 02:00 di lunedì, quando il programma OnStar Car dell’auto di Melissa Vasquez, 28 anni, rileva un incidente causato da alcuni danni a due pneumatici della vettura. I dipendenti OnStar hanno di conseguenza avvisato la polizia dell’incidente .

Nonostante l’aggiornamento della posizione dell’incidente da parte di OnStar, la polizia, recatasi sul luogo dell’accaduto non rileva anomalie, ma alle 03:00 di Martedì la madre di Melissa Vasquez chiama la polizia dicendo che la figlia era scomparsa .

L’ufficiale di polizia di Campbell, David Cameron, si è recato a casa della vittima e ha trovato l’iPad di Melissa. Facendo due più due, l’ufficiale è riuscito innanzitutto ad accedere all’uso del device per poi utilizzare la funzione trova il mio iPhone per individuare il luogo in cui si trovasse l’iPhone di Melissa e, incrociando le dita, la ragazza stessa.

Grazie a questo gli ufficiali della California Highway Patrol hanno individuato la vettura di Melissa alle 5:30 di martedì mattina.

La macchina era caduta in un burrone di 150 metri di profondità nella Mt Hamilton Road a South Bay. Un elicottero della Guardia Costiera ha salvato Melissa, in tutto scomparsa per 17 ore. In seguito la ragazza è stata portata in terapia intensiva dove si sta riprendendo da varie lesioni alle gambe e all’addome.

Via | ActualidadiPhone

Tag

Continua a leggere..

Continua a leggere con l'Infinite Scrolling


Queste linee blu separano gli articoli. Continua a scorrere la pagina per visualizzare l'articolo precedente.

Back to top button
Close
Close

Stai utilizzando un AdBlocker


iSpazio è un portale gratuito, supportato da Pubblicità. Non faremo mai pagare i nostri utenti per leggere le Notizie.

Le pubblicità su questo Blog non sono mai state di tipo invasivo e sono davvero poche, posizionate in maniera tale da non arrecare disturbo.

Per tutti questi motivi, ti invitiamo a disattivare il tuo AdBlocker soltanto su questo sito per continuare la navigazione. Grazie di cuore!