AppleiSpazioNotizie

Apple potrebbe diventare il primo vendor di smartphone in Cina

Apple continua la sua scalata  alla conquista del mercato cinese. L’azienda californiana insidia il primato della autoctona Xiaomi.

ispazio-Apple-vs-Xiaomei

Secondo un nuovo rapporto di Strategy Analytics, le spedizioni di smartphone in Cina ammontano a 109,8 milioni di unità nel primo trimestre del 2015, in aumento del 17% rispetto ai 93,6 milioni di unità dell’anno precedente. Mentre Xiaomi ha mantenuto per ora la sua posizione, il rapporto osserva che Apple sta rapidamente chiudendo il divario che la separa dal competitor cinese con una quota di mercato del 12%.

Sempre secondo Strategy Analytics, la casa cinese è rimasta sul podio dei produttori di smartphone per tre trimestri consecutivi grazie alla popolarità dei modelli Redmi. Ma la sua crescita stà rallentando e a beneficiarne della situazione è Apple, marchio che dopo essersi inserito nel difficile mercato asiatico sta crescendo rapidamente. L’uscita dell’iPhone 6 e 6 Plus ha senza dubbio contribuito a migliorare la posizione in classifica dell’azienda di Cupertino nonostante quasi contemporaneamente Xiaomi abbia presentato nuovi smartphone che avrebbero dovuto migliorare la sua quota di mercato negli ultimi trimestri.

Report analisi iSpazio

Stiamo assistendo quindi, in un mercato chiuso come quello cinese, ad un inversione di tendenza? Pare proprio che gli acquirenti cinesi stiano apprezzando veramente i prodotti della mela e nella classifica al terzo posto tra le aziende figura Huawei mentre Samsung ha perso terreno tanto da non venire nemmeno citata.

Tag

Continua a leggere..

Continua a leggere con l'Infinite Scrolling


Queste linee blu separano gli articoli. Continua a scorrere la pagina per visualizzare l'articolo precedente.

Back to top button
Close
Close

Stai utilizzando un AdBlocker


iSpazio è un portale gratuito, supportato da Pubblicità. Non faremo mai pagare i nostri utenti per leggere le Notizie.

Le pubblicità su questo Blog non sono mai state di tipo invasivo e sono davvero poche, posizionate in maniera tale da non arrecare disturbo.

Per tutti questi motivi, ti invitiamo a disattivare il tuo AdBlocker soltanto su questo sito per continuare la navigazione. Grazie di cuore!