ConcorrenzaNotizie

Ericsson estende all’Europa la causa di brevetti contro Apple

PUBBLICITÀ

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

Continua la causa di brevetti mossa da Ericsson nei confronti di Apple, che dagli Stati Uniti si è ora estesa al territorio europeo. Ericsson avrebbe infatti chiamato in causa Apple rispettivamente in Germania, Regno Unito e Paesi Bassi.

PUBBLICITÀ

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.


ericsson

Oggetto del contendere, a detta della compagnia, sarebbero alcune tecnologie relative agli standard 2G e 4G, brevettati da Ericsson, che sembrerebbero essere usate indebitamente dagli iPad e dagli iPhone tutt’ora venduti da Apple, nonostante la licenzia sia ormai scaduta dallo scorso Gennaio.

Ericsson ha già in precedenza tentato di far valere i propri brevetti verso Apple in termini giusti, ragionevoli e non discriminatori (le cosiddette FRAND, vale a dire le obbligazioni sulle licenze). Vedremo quindi nei prossimi mesi come andrà avanti questa causa, confidando che venga risolta nel minor tempo possibile.

Via | MacRumors

Se hai trovato interessante questo articolo, condividilo e fallo leggere anche ai tuoi amici:

Back to top button

Stai utilizzando un AdBlocker


iSpazio è un portale gratuito, supportato da Pubblicità. Non faremo mai pagare i nostri utenti per leggere le Notizie.

Le pubblicità su questo Blog non sono mai state di tipo invasivo e sono davvero poche, posizionate in maniera tale da non arrecare disturbo. Qui NON TROVERAI MAI Pubblicità Video, Pubblicità con riproduzione automatica oppure Pubblicità che si sovrappongono allo schermo!

Per tutti questi motivi, ti invitiamo a disattivare il tuo AdBlocker soltanto su questo sito per continuare la navigazione. Grazie di cuore!

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.