Scarica la nostra App

iSpazio app

Resta in contatto con noi

Ascolta il nostro Podcast

ispazio podcast

Subscribe Now

* You will receive the latest news and updates on your favorite celebrities!

Trending News

Truffando Apple ha guadagnato 43,000$. Ora è in carcere
iPhone

Truffando Apple ha guadagnato 43,000$. Ora è in carcere 

Edward Hornsey ha avuto un rapporto straordinariamente lungo con il servizio clienti di Apple. Il 24enne lo scorso anno ha richiesto la sostituzione di ben 51 iPhone, ottenendo così dispositivi nuovi di zecca. L’unico problema è che nessuno di quei telefoni era suo, ed ora è in carcere per frode.

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

iphone-apple-store

Hornsey ha scoperto una falla nel sistema di Apple, che a quanto pare non tiene traccia di quanti smartphone le persone restituiscono, riporta The Mirror. Il truffatore ha comprato iPhone vecchi e usati tramite annunci on-line, li ha restituiti ad Apple e ha poi rivenduto le nuove unità consegnategli proprio dalla società di Cupertino.

Edward Hornsey, foto da Facebook
Edward Hornsey, foto da Facebook

Gli ufficiali britannici hanno avviato le indagini dopo che uno dei suoi dispositivi è emerso in un caso di furto con scasso, trovando poi sul suo conto in banca un totale di 27,453.00£ (42,500 $). Hornsey ha subito confessato di esser stato l’autore della truffa.

Hornsey ha utilizzato la National Mobile Property Register per controllare 25 dei vecchi iPhone ricevuti pubblicando annunci online, ma l’essere venuto a conoscenza del fatto che alcuni erano stati segnalati come persi o rubati non lo ha comunque fermato dal restituirli ad Apple. La società, riporta The Mirror, “non avrebbe mai sostituito gli smartphone se fosse stata a conoscenza delle circostanze”.

Via | CultOfMac

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

Related posts

Commenti

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.