Quando un nuovo prodotto o una nuova azienda si lanciano sul mercato, le aziende concorrenti come prima reazione iniziano ad interrogarsi su cosa capiterà alle loro entrate per la presenza di un’ulteriore membro con cui dividersi il mercato. Una reazione quindi che potremmo tendenzialmente definire negativa ma che a quanto pare non coinvolge il CEO di Ford.

ford mark apple

Mark Field, CEO di Ford, non è affatto spaventato dall’ipotetico ingresso di Apple o altri grandi nomi della tecnologia nel settore auto. Secondo il CEO, infatti, il settore automobili beneficia in modo molto particolare dell’ingresso di nuove aziende concorrenti portatrici di novità e ancor di più se si tratta di aziende che hanno lavorato esclusivamente nel settore informatico/tecnologico.

Il CEO, alla conferenza dove ha dichiarato i risultati fiscali dell’azienda, pare abbastanza sicuro di se anche grazie alle cifre che hanno caratterizzato il trimestre dell’azienda: un utile di 1,9 miliardi di dollari pari ad una crescita del 46% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

Field, inoltre, è particolarmente interessato al concetto di partnership e sarebbe ben lieto di poter aggiungere (è il caso di dire) una marcia in più ai suoi veicoli.