Apple

Apple è contraria alla legge americana CISA per il controllo del cyberspazio

Il governo americano vuole controllare il cyberspazio con la propria legge CISA – Cybersecurity Information Sharing Act, ma Apple e altri grandi colossi come Google e Facebook non sono d’accordo. Ecco cosa sta succedendo con la privacy degli utenti negli Stati Uniti.

cyberspazio

Gli Stati Uniti con la legge CISA vogliono controllare più informazioni dello cyberspazio, andando così a violare la privacy degli utenti. Questo, secondo il governo statunitense, permetterebbe di creare maggiore sicurezza in ambito tecnologico e quindi garantire la protezione degli utenti stessi. Apple, insieme a Google, Facebook, Yahoo ed altri, non sono per niente d’accordo su questa legge e si sono uniti nel gruppo Computer and Communications Industry Association per combatterla. Dall’altra parte però ci sono anche Twitter, Wikipedia, Yelp e reddit, che si sono dimostrati a favore della CISA, formando una vera e propria battaglia per l’approvazione di questa legge.

Apple ha ribadito più volte di voler creare un sistema sicuro per gli utenti, infatti con iOS 8 e iOS 9 hanno aumentato ancora la sicurezza del sistema operativo mobile, impedendo a qualsiasi autorità di controllare le informazioni personali, senza l’autorizzazione dell’utente stesso.

Non sappiamo come andrà a finire questa battaglia, ma per il momento tutti gli utenti Apple possono considerarsi al sicuro, in quanto l’azienda di Cupertino rimane contraria alla CISA e non permetterà a nessuna autorità di controllare i nostri dati.

Tag

Continua a leggere..

Continua a leggere con l'Infinite Scrolling


Queste linee blu separano gli articoli. Continua a scorrere la pagina per visualizzare l'articolo precedente.

Back to top button
Close
Close

Stai utilizzando un AdBlocker


iSpazio è un portale gratuito, supportato da Pubblicità. Non faremo mai pagare i nostri utenti per leggere le Notizie.

Le pubblicità su questo Blog non sono mai state di tipo invasivo e sono davvero poche, posizionate in maniera tale da non arrecare disturbo.

Per tutti questi motivi, ti invitiamo a disattivare il tuo AdBlocker soltanto su questo sito per continuare la navigazione. Grazie di cuore!