Le forti scosse di terremoto che hanno colpito il Giappone nei giorni scorsi potrebbero interessare anche la catena di fornitura dei prossimi iPhone 7 che potrebbe causare ritardo nelle consegne.

fotocamera

Il terremoto di sabato nella prefettura di Kunamoto, in Giappone, conosciuta anche come “Silicon Island” potrebbe causare ritardi per la fornitura del modulo della fotocamera posteriore del prossimo iPhone 7.

La zona è infatti sede della divisione Sony che produce i sensori CMOS per le fotocamere ed entrambe le sedi nel territorio hanno interrotto le lavorazioni da ieri.

Sony svolge un ruolo importante nella produzione di iPhone, sia per la produzione del sensore CMOS che per il modulo della fotocamera della prossima generazione del dispositivo Apple. Se l’azienda non dovesse riprendere in tempi brevi la normale produzione, il rischio di un ritardo nella fornitura è elevato.

Apple ha sempre cercato di minimizzare i rischi riguardanti il ritardo sulle forniture di componenti, derivanti da ogni tipo di problema (già a febbraio un terremoto a Taiwan ha colpito e danneggiato una sede di TSMC), aumentando il numero di aziende fornitrici. In questo caso però Sony è l’unico fornitore.

Non sono ancora stati rivelati dettagli riguardo danneggiamenti alla linea di produzione ma, secondo la Morgan Stanley, il rischio di ritardi è da considerarsi reale.

Via | CultOfMac