3 italiani, giovani sviluppatori, stanno partecipando all’evento di quest’anno. Cesare, Giovanni ed Edoardo, ecco i nomi dei tre giovani scelti da Apple per presentare le loro idee all’annuale conferenza per sviluppatori.

iSpazioWWDCita

Durante questo WWDC a San Francisco hanno presentato, assieme ad altri sviluppatori provenienti da tutto il mondo, le loro idee portando in alto la nostra bandiera. I tre ragazzi hanno tre storie diverse ma li accomuna la stessa passione: la voglia di cambiare il mondo attraverso la tecnologia e il loro lavoro con le ultime novità software di Apple. E’ proprio questo ciò che richiedeva l’azienda di Cupertino ai candidati, una buona idea realizzata al meglio sfruttando il software e i dispositivi Apple.

Giovanni Filaferro, friulano, 20 anni, studente di Ingegneria Informatica al Politecnico di Milano, aveva già partecipato lo scorso anno WWDC, questa volta la borsa di studio l’ha vinta grazie ad un’applicazione, Aquify, un’app che monitora il consumo giornaliero d’acqua sfruttando a pieno le potenzialità di iOS e la tecnologia del force touch.

Icona applicazione Aquify

Aquify

Giovanni Filaferro
Gratis

Cesare De Cal, milanese, 20 anni, studente di Liceo scientifico, anche lui per il secondo anno alla conferenza, questa volta ha presentato Vita, un’app matematica per bambini, già presente in App Store, è tra le 100 più scaricate in 18 Paesi.

Icona applicazione Impara la Matematica con Vita

Impara la Matematica con Vita

Cesare Gianfilippo Astianatte De Cal
2,29 €

Edoardo Longo, 23 anni, studente di ingegneria informatica al Politecnico di Milano. E’ stata la sua prima volta al WWDC, ha ottenuto la borsa di studio inviando un report dettagliato di come ha realizzato un mondo virtuale fluido sfruttando l’hardware di iPhone e iPad.

3 approcci diversi per lo stesso obbiettivo, partecipare alla conferenza mondiale per gli sviluppatori di Apple. Per loro si potrebbero aprire già le porte del mondo del lavoro.