Scarica la nostra App

iSpazio app

Resta in contatto con noi

Ascolta il nostro Podcast

ispazio podcast

Subscribe Now

* You will receive the latest news and updates on your favorite celebrities!

Trending News

Si rompe un’altra tradizione: Apple non vuole più le code agli Apple Store durante i DayOne
Apple

Si rompe un’altra tradizione: Apple non vuole più le code agli Apple Store durante i DayOne 

Per anni, durante il lancio di un nuovo iPhone, le lunghe file al di fuori degli Store hanno regalato ad Apple un’enorme dose di pubblicità. Le stesse sono state utilizzate anche come una sorta di metro per capire a priori il livello di successo del dispositivo.

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

img_0482

Tuttavia adesso Apple vuole “svecchiare” questa tradizione, affidandosi completamente alle prenotazioni online.

Infatti, se da un lato la lunga fila generava una pubblicità gratuita, dall’altra creava enormi malumori negli utenti che dopo ore, o giorni, in piedi non riuscivano ad acquistare il telefono desiderato a causa di scorte limitate. Questo genera articoli negativi, recensioni negative e malcontenti generali che di certo non fanno bene all’azienda.

Quest’anno, con l’iPhone 7, Apple ha scelto di non rilasciare nemmeno le statistiche di vendita del primo weekend perché già consapevole che avrebbe venduto tutte le scorte disponibili in qualunque negozio.. e così è stato. Ad alcuni utenti in fila Apple ha regalato delle Gift Card da 100€ per scusarsi della limitata disponibilità dei prodotti che li ha costretti a fare la fila “inutilmente”.

Per gestire le cose al meglio e non avere più problemi, Apple continuerà a puntare unicamente sui preordini online, fino a portare al minimo le file allo Store. Gli impiegati di tutti gli Apple Store del mondo sono già stati istruiti a riguardo e continueranno sempre a dire che l’unico metodo sicuro per acquistare un iPhone è attraverso il preordine online. In questo modo, chi vorrà fare la fila sarà conscio della possibilità di non trovarlo.

Si rompe un’altra tradizione quindi. Che ne pensate?

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

Related posts

Commenti

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.