Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

Apple

Apple licenzia 4 dipendenti Apple Store che condividevano foto intime dei clienti

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

Secondo quanto riportato dal Courier Mail, Apple sta vivendo un vero e proprio scandalo in Australia a causa del comportamento di alcuni dipendenti Apple Store.

applestoredipendenti

In particolare, sono state condivise più di 100 foto esplicite, scattate in Apple Store oppure attinte direttamente dagli iPhone dei clienti che necessitavano di riparazione.

Sostanzialmente, quando un iPhone veniva portato nella stanza di riparazione, i dipendenti entravano nell’applicazione Foto e trasferivano le immagini più hot sui propri smartphone. Successivamente le condividevano con altri dipendenti con tanto di votazione.

Oltre alle foto rubate ai clienti, venivano scattate anche foto alle clienti, evidenziando i decoltè oppure alle altre dipendenti dello store.

Quattro impiegati sono già stati licenziati ma Apple sta investigando per capire quante e quali altre persone erano coinvolte in questa violazione della privacy.

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

Continua a leggere..

Back to top button
Close

Stai utilizzando un AdBlocker


iSpazio è un portale gratuito, supportato da Pubblicità. Non faremo mai pagare i nostri utenti per leggere le Notizie.

Le pubblicità su questo Blog non sono mai state di tipo invasivo e sono davvero poche, posizionate in maniera tale da non arrecare disturbo. Qui NON TROVERAI MAI Pubblicità Video, Pubblicità con riproduzione automatica oppure Pubblicità che si sovrappongono allo schermo!

Per tutti questi motivi, ti invitiamo a disattivare il tuo AdBlocker soltanto su questo sito per continuare la navigazione. Grazie di cuore!

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.