KGI: dopo il caso “Galaxy Note 7”, dai 5 ai 7 milioni di utenti passeranno ad iPhone 7

Apple sembra essere uno dei principali beneficiari del richiamo da parte di Samsung di tutti i suoi Galaxy Note 7, dopo numerose segnalazioni di dispositivi ‘esplosi’. Ciò significa che gli ormai ex-possessori dell’ultimo phablet della società sud-coreana devono volgere il proprio sguardo su un altro dispositivo, probabilmente di un altro marchio. Ebbene, secondo KGI, sotto questo punto di vista Apple e Huawei (Android) sono le società che potrebbero trarre maggior vantaggio da tale situazione.

galaxynote7iphone7plus

Ming-Chi Kuo, analista di KGI che ormai abbiamo imparato a conoscere, stima che 5-7 milioni di ex-possessori di un Galaxy Note 7 passeranno ad iPhone 7, con un preferenza verso il modello Plus. Secondo l’analista, infatti, gli utenti Samsung che hanno vissuto la spiacevole esperienza non hanno più fiducia nel marchio sud-coreano.

Si tratta ovviamente di una stima, è difficile infatti dire con certezza in che modo reagirà questa fetta di utenti Samsung. Ad esempio, ci sono alcuni possessori del problematico phablet che si rifiutano di ‘consegnare’ il dispositivo, non volendo fare a meno di funzionalità come lo scanner dell’iride.

Detto ciò, Apple è la favorita in questo momento. Su circa 12 milioni di Note 7 ordinati, KGI suggerisce che la società di Cupertino riuscirà a conquistare il 50% degli utenti, la restante parte toccherà ad altri produttori di dispositivi Android, come Huawei. Non dimentichiamo il nuovo Google Pixel, che è attualmente ‘out of stock’ e che potrebbe rappresentare una validissima alternativa per gli ex-clienti Samsung.

Via | 9to5Mac

Apple sembra essere uno dei principali beneficiari del richiamo da parte di Samsung di tutti i suoi Galaxy Note 7,…

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
11
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: