Notizie

L’Inghilterra chiede ad Apple l’implementazione di un sistema che blocchi l’iPhone mentre si guida

I parenti dei quattro cittadini inglesi uccisi in un incedente stradale, causato da un’automobilista distratto dal proprio iPhone, stanno promuovendo una campagna contro l’utilizzo degli smartphone alla guida.

iphone-auto

Le famiglie delle vittime stanno chiedendo ad Apple e ad altri produttori, di trovare un sistema per bloccare automaticamente gli smartphone mentre si è alla guida. L’azienda di Cupertino aveva già brevettato un sistema di blocco automatico dell’iPhone per un utente alla guida, ma di fatto non è mai stato implementato. Il tutto funzionerebbe grazie al segnale GPS e alla fotocamera del dispositivo, che sarebbero in grado di rivelare se l’utente sta effettivamente guidando una vettura o meno. Potete chiaramente capire che implementare un sistema del genere non genererebbe poche critiche nè risulterebbe sempre utile in quanto potrebbe perfino distrarre di più, cercando di disattivare momentaneamente il blocco in caso di necessità di una chiamata, tuttavia i produttori sono chiamati ad “inventarsi qualcosa” dato che il numero delle vittime continua a crescere.

I promotori della campagna in questione sostengono, che le aziende dovrebbero impegnarsi di più per realizzare questo tipo di tecnologia e i governi dovrebbero imporla a tutti i produttori di smartphone. A questo proposito un portavoce di Apple ha risposto: “Siamo impegnati a garantire la massima sicurezza dei nostri utenti”.

Vedremo come si evolverà la faccenda.

Via | CultOfMac

Tag

Continua a leggere..

Continua a leggere con l'Infinite Scrolling


Queste linee blu separano gli articoli. Continua a scorrere la pagina per visualizzare l'articolo precedente.

Back to top button
Close
Close

Stai utilizzando un AdBlocker


iSpazio è un portale gratuito, supportato da Pubblicità. Non faremo mai pagare i nostri utenti per leggere le Notizie.

Le pubblicità su questo Blog non sono mai state di tipo invasivo e sono davvero poche, posizionate in maniera tale da non arrecare disturbo.

Per tutti questi motivi, ti invitiamo a disattivare il tuo AdBlocker soltanto su questo sito per continuare la navigazione. Grazie di cuore!