Scarica la nostra App

iSpazio app

Resta in contatto con noi

Ascolta il nostro Podcast

ispazio podcast

Subscribe Now

* You will receive the latest news and updates on your favorite celebrities!

Trending News

Una batteria che si ricarica in pochi secondi e dura una settimana: dalla Florida arriva il primo prototipo
Notizie

Una batteria che si ricarica in pochi secondi e dura una settimana: dalla Florida arriva il primo prototipo 

Uno dei più grossi limiti di tutti i dispositivi elettronici è il costante bisogno di energia e batterie che tendono a durare una giornata. L’industria verrebbe radicalmente rivoluzionata con l’introduzione di una batteria in grado di durare molto più a lungo e di ricaricarsi in pochi secondi ma se tutto questo sembra soltanto un sogno, oggi vi diciamo che c’è qualcuno che ci sta seriamente lavorando.

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

ispazio

Sono i ricercatori dell’Università della Florida Centrale che, nei laboratori di NanoScience, hanno creato un prototipo di supercondensatore con il quale si ottiene una batteria che non si usura nel tempo e che risulta sempre efficiente come se fosse nuova. In più, promette un’autonomia pari a circa una settimana con pochi secondi di ricarica.

La ricarica rapida del supercondensatore è dovuta alla sua capacità di accumulare elettricità statica sulla superficie del materiale, anzichè sfruttare reazioni chimiche come avviene nelle comuni batterie. Il materiale è il grafene, elemento reputato interessanti già da qualche tempo in diversi campi per la conversione e stoccaggio dell’energia grazie alla sua stratificazione bidimensionale.

L’idea c’è tutta ed anche un primo prototipo tuttavia passerà ancora del tempo prima che questo progetto sperimentale possa trovare un’effettiva implementazione in dispositivi quali smartphone, smartwatch ed altri indossabili. Pensate a quanto sarebbe bello ricaricare l’iPhone una volta a settimana e l’Apple Watch una volta al mese..

Via | Engadget

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

Related posts

Commenti

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.