Scarica la nostra App

iSpazio app

Resta in contatto con noi

Ascolta il nostro Podcast

ispazio podcast

Subscribe Now

* You will receive the latest news and updates on your favorite celebrities!

Trending News

Apple inizierà a diffondere le proprie ricerche sull’intelligenza artificiale
Notizie

Apple inizierà a diffondere le proprie ricerche sull’intelligenza artificiale 

Apple sembrerebbe essere intenzionata a diffondere le proprie ricerche sull’intelligenza artificiale. A rivelarlo è stato proprio Russ Salakhutdinov, il direttore del settore IA dell’azienda di Cupertino. Quale sarà il piano di Apple per espandere le proprie conoscenze in questo campo?

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

apple

Apple sta sviluppando da molto tempo un’intelligenza artificiale avanzata da integrare nei propri dispositivi. Parte di questa ricerca ha permesso l’implementazione e miglioramento di Siri, ma presto potrebbero arrivare ulteriori novità legate all’IA. Negli ultimi anni la ricerca in questo campo è diventata molto competitiva e molti fornitori di software stanno cercando di proporre la migliore alternativa su un mercato in continua espansione.

Stando alle parole di Russ Salakhutdinov, il direttore del settore IA di Apple, l’azienda di Cupertino sarebbe intenzionata a diffondere le proprie ricerche sull’intelligenza artificiale. Si tratta di una mossa particolare, infatti Apple di solito non condivide con il resto del mondo le proprie ricerca. Inoltre, in un mercato competitivo come questo potrebbe sembrare poco saggio diffondere le preziose ricerche effettuate. Ma allora perché farlo?

La risposta è piuttosto semplice: il fatto di condividere le proprie ricerche in maniera “open source”, attira nuovi talenti verso l’azienda di Cupertino. Agli sviluppatori che operano in questo campo piace farsi conoscere. Sicuramente lavorando per Apple, mantenendo le proprie ricerche segrete, non aiuta a farlo. In questo modo l’azienda di Cupertino spera di “arruolare” nuovi sviluppatori nei suoi studi di ricerca, per continuare i progressi raggiunti nel campo dell’intelligenza artificiale.

Via | Engadget

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

Related posts

Commenti

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.