Scarica la nostra App

iSpazio app

Resta in contatto con noi

Ascolta il nostro Podcast

ispazio podcast

Subscribe Now

* You will receive the latest news and updates on your favorite celebrities!

Trending News

Per un ex dipendente Apple, Tim Cook ha reso la società più “noiosa”
Apple

Per un ex dipendente Apple, Tim Cook ha reso la società più “noiosa” 

Il carattere pacato di Tim Cook, e il suo metodo gestionale, sono i reali motivi che hanno reso noioso il 2016 di Apple, secondo un ex dipendente della società.

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

È cosa risaputa che Steve Jobs promuoveva la competizione tra i suoi dipendenti, cosa che lo ha reso un leader controverso ma che ha anche portato alla nascita di prodotti iconici, come iPhone, iPod e iMac. Dopo che le redini della società sono state affidate a Cook, i “conflitti” tra le mura del quartier generale di Cupertino sono diminuiti drasticamente, e ciò avrebbe portato i dipendenti ad essere meno appassionati. Almeno questo è quello che dichiara Bob Burrough, ex dipendete del colosso tech californiano.

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

In risposta ad un tweet dell’analista Apple Horrace Dediu, Burrogh ha spiegato che oggi la cultura interna di Apple è molto diversa rispetto a cinque anni fa, quando Steve Jobs era al timone. Al tempo di Jobs i prodotti firmati Apple stravolgevano il mercato, ora la società sembra un “mostro gigante” noioso, privo d’innovazione. Dietro tale cambiamento, secondo Burrough, ci sarebbe proprio Tim Cook.

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

Voi come la pensate? Condividete il pensiero di Burrough? Dite la vostra nei commenti.

Via | CultOfMac

Contenuto bloccato. Devi accettare i cookies per visualizzare questo contenuto.

Related posts

Commenti

Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy.

Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.

Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.