Facebook Messenger abilita le chiamate vocali anche in UK ed altre parti d’Europa

In uno dei passati aggiornamenti di Facebook Messenger è stata aggiunta la possibilità di effettuare chiamate vocali tramite la stessa applicazione. Si tratta di un’innovazione non da poco, ma disponibile solo per utenti americani e canadesi. La situazione però, sembra che stia cambiando.

facebook-messenger-ios-app-uk-free-calling

Facebook Messenger [applink_454638411] è a mio modo di vedere un’ottima alternativa a WhatsApp, disponibile però solo per gli utenti che hanno accesso al diffusissimo social network di Zuckerberg. Fra le caratteristiche non presenti su WhatsApp, è stato aggiunto negli scorsi mesi il supporto per le chiamate vocali, disponibile purtroppo solamente in America e Canada.

La situazione sembra stia cambiando, dal momento che questa nuova feature è stata abilitata anche nei client del Regno Unito, funzionante sia via WiFi che 3G. Non abbiamo notizie certe al momento, ma si suppone che il servizio possa raggiungere molto presto altre parti dell’Europa, Italia inclusa.

In Europa, Facebook Messenger non supporterà il servizio vocale di Skype, anche se il suo funzionamento sarà parecchio simile a quanto avviene nei client americani, con la possibilità di lasciare un messaggio vocale se l’utente che vogliamo contattare non sarà disponibile in un dato momento. Le chiamate vocali funzionano attualmente solamente sul client iOS, mentre ancora non sono state attivate su Android ed altre piattaforme.

Secondo Pocket-Lint, il servizio è ancora in fase sperimentale ed è possibile imbattersi in problemi ed inconvenienti, anche se chi l’ha provato ne è rimasto favorevolmente colpito.

Non si hanno ulteriori dettagli per quanto riguarda il lancio delle chiamate vocali su Facebook Messenger anche in Italia, ma speriamo nel fatto che la notizia di oggi possa essere un segnale positivo anche in tal merito.

Via | Engadget

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: