Adeguamento IVA 22%: ecco come si comportano Tim, Vodafone, Tre e Wind

A seguito dell’aumento dell’IVA dal 21% al 22% del 1 ottobre 2013, c’è chi ha aumentato i prezzi al pubblico caricando l’aumento sul consumatore e chi invece si è fatto carico dell’aumento conservando sempre lo stesso prezzo al consumatore. Cos’è successo per quanto riguarda i servizi di telefonia mobile?

vodafone

Quando il 1 ottobre l’IVA in Italia è passata dal 21% al 22%, alcune società, come Apple ad esempio, hanno conservato gli stessi prezzi per i prodotti in vendita facendosi carico dell’aumento, vale a dire che la cifra versata dal consumatore è sempre la stessa, ma viene versata una cifra maggiore nelle casse dello Stato.

Questo comportamento sicuramente è apprezzabile da parte dei consumatori, ma nessuna società è tenuta ad adottare questa logica per la vendita di prodotti. Cosa succede invece se si tratta di abbonamenti oppure opzioni di telefonia mobile?

Se un consumatore aderisce ad un’offerta rispondendo ad una pubblicità che propone un canone di “10€ per sempre”, si aspetta di pagare sempre 10€ a prescindere dall’aumento dell’IVA, visto che il prezzo concordato è 10€ e non 8,26€+IVA.

Tre

Per quanto riguarda la Tre le tariffe sono rimaste invariate, come possiamo leggere da questo estratto:

 …”3” si fa carico dell’incremento d’imposta.”

Trovate il comunicato completo a questo link.

TIM

Per quanto riguarda Tim le tariffe, almeno per ora, sono rimaste invariate. In particolare per i clienti ricaricabili non ci sono variazioni almeno per il momento:

TIM informa che, fino a nuova comunicazione, si farà carico dell’incremento d’imposta lasciando invariati gli attuali prezzi IVA inclusa.”

Per i clienti con abbonamento il costo finale non cambia, ma in fattura troveranno un prezzo aumentato ed un bonus pari all’aumento:

Tutti i prezzi indicati nelle offerte in abbonamento tengono conto dell’aliquota IVA aumentata dal 21% al 22% e di un bonus pari all’aumento dell’IVA che TIM accrediterà sul Tuo rendiconto telefonico emesso a Novembre 2013.”

La pagina dedicata da TIM all’adeguamento IVA la trovate a questo link.

WIND

Sul sito della Wind invece, a questo link, potete leggere quanto segue:

L’adeguamento delle tariffe alla nuova aliquota IVA sarà gradualmente applicato, attesi i tempi tecnici necessari.

Dalle vostre segnalazioni risulta che Wind sta applicando gli aumenti lentamente, ma per ora ci sono ancora molti clienti Wind che non hanno subito questi aumenti.

Vodafone

Vodafone invece ha già applicato in automatico le tariffe maggiorate. Ad esempio i ”10€ per sempre” della Vodafone Special sono diventati 10,08€. La conferma arriva anche dal comunicato che trovate a questo link, del quale riportiamo un estratto:

Vodafone informa che provvederà, nei tempi tecnici necessari, ad adeguare i piani, le opzioni e le promozioni alla nuova aliquota IVA.

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: