iOS 8: Ecco come funzionano le estensioni delle applicazioni

La possibilità di scaricare e testare le beta di iOS 8 e OS X 10.10 (Yosemite) consente di guardare più da vicino le nuove funzioni proposte da Apple per entrambi i sistemi operativi. La società Californiana ha mostrato alcune delle novità alla WWDC, altre invece sono state scoperte in seguito. Molto è stato fatto per favorire il gioco di squadra tra iOS e OS, ma non è tutto. Apple ha anche rivoluzionato il suo rapporto con gli sviluppatori che avranno infatti la possibilità di creare estensioni per le applicazioni che si integreranno in entrambi i sistemi operativi.

extensibility

Craig Federighi, durante la WWDC, ha mostrato come in Safari, a partire da iOS 8, si potrà utilizzare l’estensione  Bing Translate per tradurre le pagine web oppure utilizzare l’estensione Pinterest per inviare delle immagini. Il dirigente Apple ha inoltre utilizzato la tastiera SwiftKey, mostrando la possibilità di installare nuove tastiere. Ciò è possibile grazie ad Extensibility, che permetterà agli sviluppatori di creare estensioni delle proprie app da utilizzare nel sistema operativo Apple.

Al momento è stato comunicato che le estensioni potranno essere implementate solo in sette aree codificate, ma il numero potrebbe comunque aumentare:

  • Oggi (per iOS e OS X): widget per la vista Oggi nel Centro Notifiche
  • Condivisione (per iOS e OS X): per postare contenuti sul Web o condividerli sui Social Network
  • Azioni (per iOS e OS X): estensione delle applicazioni per visualizzare o modificare dati di un’altra app
  • Editing Foto (solo iOS): per modificare foto o video nell’app Immagini di Apple utilizzando estensioni di app di terze parti
  • Sincronizzazione Finder (solo OS X): memorizzazione dei file remoti nel Finder con il supporto alle annotazioni sui contenuti
  • Storage Provider (solo iOS): interfaccia tra file in app diverse, utilizzando lo stesso dispositivo
  • Tastiere personalizzate (solo iOS): possibilità di installare tastiere alternative

Anche se la possibilità di installare widget è già presente in sistemi operativi della concorrenza, vedi Android, ciò rappresenta comunque una grande novità che permetterà agli utenti di personalizzare maggiormente il proprio dispositivo. Non sarà però disponibile uno store dedicato ai widget, ma saranno inclusi nelle app e sarà poi l’utente a decidere se abilitarli o meno.

federighi

Per quanto riguarda il discorso sulla “chiusura” dei sistemi operativi, Apple ha compiuto un passo in avanti non indifferente in quanto il sistema adesso può essere personalizzato in maniera sostanziale rispetto al passato, pur restando ancora chiuso su alcuni fattori, per garantire una maggiore sicurezza all’utente. Infatti, anche se potranno essere installate tastiere alternative, queste non potranno essere utilizzate per inserire le password.

Via | MacStories

 

 

Mi Piace
Mi Piace Love Haha Wow Sigh Grrr
Se questo articolo ti è piaciuto, ti consigliamo di seguirci su Telegram per restare sempre aggiornato su temi simili oppure su Facebook. Ci trovi anche su Twitter, dove leggerai tutti i titoli dei nostri articoli, proprio come tramite gli RSS. Iscriviti infine al nostro canale YouTube per non perderti i nostri video!
Pubblicato in: