Nei prossimi anni la capitalizzazione di Samsung è destinata a crescere anche in maniera piuttosto significativa.

Samsung infatti, produrrà 300 milioni di pannelli AMOLED nel corso del 2017 e l’83,3% di questi sarà destinata a dispositivi Samsung ed Apple, lasciando soltanto 50 milioni di display a tutti gli altri produttori di smartphone cinesi come Huawei, Oppo, Vivo ed altri ancora.

E’ chiaro che gli altri produttori avranno problemi di approvvigionamento e saranno costretti a ripiegare ancora sull’LCD.

Apple sarà il maggiore acquirente di schermi Samsung e l’azienda riutilizzerà gli introiti investendo negli stabilimenti che producono processori. Lo scopo è quello di riuscire a realizzare un chip a 7 nanometri per il 2018, tale da risultare così efficiente in termini di consumi e di resa da diventare la scelta di Apple, ribattezzandoli in A12, per i dispositivi del prossimo anno.

Samsung dovrà essere così brava da superare TSMC che da anni produce i chip di Apple.