Il servizio di messaggistica Whatsapp ha rifiutato di assecondare una richiesta del governo britannico per creare una backdoor per accedere ai messaggi crittografati.

Secondo una fonte anonima, durante una riunione in estate il governo britannico avrebbe chiesto a Whatsapp di creare soluzioni tecniche che consentissero l’accesso alle conversazioni crittografate.

Come riporta SkyNews, circa l’80% delle indagini sul terrorismo o su altri gravi crimini sono impedite dalla crittografia.

E’ risaputo che gli attentatori utilizzano applicazioni come Telegram o Whatsapp per comunicare tra loro, sicuri del fatto che le loro chat siano protette e sia quasi impossibile risalire alla loro identità.

Come dichiara la fonte, «è fondamentale per gli investigatori poter accedere alle comunicazioni e non poterlo fare costituisce un buco nero nelle indagini».

I funzionari dell’intelligence britannica ritengono di poter raggiungere un compromesso con queste società nella speranza di poter ottenere, tramite un mandato, la possibilità di accedere ai messaggi crittografati. Ma, d’altro canto, chi offre questi servizi resta sempre fortemente contrario a creare delle backdoors che potrebbero minare la sicurezza dei servizi offerti.

Whatsapp, nel caso specifico, utilizza la crittografia end-to-end che nasconde i messaggi attraverso un codice. Quindi, anche volendo, l’azienda potrà fornire solo dati “poveri” come nome utente, indirizzo e-mail ma non il contenuto delle conversazioni avviate.

Non si tratta della prima volta che il governo chiede l’accesso ai messaggi inviati attraverso la piattaforma. Era già accaduto all’inizio dell’anno, in seguito all’attentato terroristico a Westminster, quando il governo ritenne inaccettabile che i servizi segreti non potessero visualizzare le conversazione di Khalid Masood, autore della strage.

E, prima di Londra, abbiamo visto il caso dell’attacco di San Bernardino dove, nell’occasione, la critica fu rivolta ad Apple che negò l’accesso al dispositivo dei sospetti.

La creazione di una backdoor sarebbe problematica e, anche a detta di Tim Cook, indebolire la crittografia potrebbe creare problemi per gli utenti. Ma intanto permette ai terroristi di comunicare liberamente.

Via | TheVerge