Apple Pay

Apple attiva ufficialmente Apple Pay Cash all’interno di iOS 11.2 beta 2

All’interno di iOS 11.2 beta 2, Apple ha finalmente attivato Apple Pay Cash che funzione congiuntamente anche con WatchOS 4.2.

A partire da oggi, i beta tester potranno iniziare a provare questo servizio che permette di inviare e ricevere denaro tramite iMessage sfruttando Apple Pay. Quando riceviamo del denaro, finirà all’interno di un fondo chiamato appunto Apple Pay Cash e potremo utilizzarli per tutti i futuri pagamenti, sia verso gli amici che direttamente nei negozi.

Gli addebiti avvengono prima in Apple Pay Cash, questa sorta di carta virtuale che si crea in Wallet, e poi, qualora l’addebito fosse superiore all’importo da pagare, la cifra residua verrà prelevata dalla carta di credito.

Purtroppo Apple Pay Cash è disponibile soltanto in USA. Non sappiamo ancora quando arriverà in Italia.

Inviando denaro tramite Apple Pay Cash ed iMessage, utilizzando una carta di credito, si pagherà il 3% di commissioni. Se invece abbiamo collegato una carta di debito, allora non ci sarà nessuna commissione.

Apple Pay Cash funziona soltanto se entrambi gli utenti hanno attivato il servizio, cosa che iMessage è in grado di controllare prima di inviare il denaro. La funzione non può essere utilizzata nelle chat di gruppo.

Visto che Apple Pay Cash non sarà disponibile inizialmente in Italia, se cercate un’app molto simile per inviare pagamenti da persona a persona senza alcun costo ed alcuna spesa di commissione, allora provate Circle Pay e la relativa app per iOS/Android.

Tag

Continua a leggere..

Continua a leggere con l'Infinite Scrolling


Queste linee blu separano gli articoli. Continua a scorrere la pagina per visualizzare l'articolo precedente.

Back to top button
Close
Close

Stai utilizzando un AdBlocker


iSpazio è un portale gratuito, supportato da Pubblicità. Non faremo mai pagare i nostri utenti per leggere le Notizie.

Le pubblicità su questo Blog non sono mai state di tipo invasivo e sono davvero poche, posizionate in maniera tale da non arrecare disturbo.

Per tutti questi motivi, ti invitiamo a disattivare il tuo AdBlocker soltanto su questo sito per continuare la navigazione. Grazie di cuore!