Contenuti Originali

Chiariamo definitivamente la questione “Ricarica Wireless” e “Ricarica Veloce”: due mondi decisamente lontani

Con iOS 11.2 beta 3, Apple ha introdotto il supporto alle basette da 7,5W per ricaricare in Wireless i nuovi iPhone 8, 8 Plus ed iPhone X.

Rispetto alle tradizionali basette wireless iQ a 5W, quelle che supportano i 7,5W vengono definite più veloci, il che è sicuramente vero, ma al tempo stesso le parole “ricarica veloce” creano delle aspettative false nei lettori o negli acquirenti. La velocità di ricarica effettiva infatti, aumenta veramente di poco ed è comunque bassissima.

Cerchiamo di spiegare il tutto nella maniera più semplice possibile:

Il watt è l’unità di misura della potenza, da non confondere con il wattora che invece è un’unità di misura di energia (potenza x tempo) e serve a calcolare i consumi e volendo anche i costi di energia. Un watt equivale ad un volt moltiplicato per ampere (1V x A), di conseguenza, un caricatore a 7,5W ha una potenza energetica maggiore ed un’intensità di corrente elettrica maggiore (quella che si misura in ampere) ma nel passaggio dai 5W ai 7,5W la differenza non è così grande.

Ad esempio, la basetta Wireless Belkin da 64,95€ (la migliore al momento in circolazione) funziona a 7,5W = 5V x 1,5A. Calcolando un po’ di dispersione, utilizzando la ricarica wireless con questa basetta quindi, ricaricherete lo smartphone con un’intensità di corrente che va dagli 1,1A agli 1,5A (al massimo).

Tutto questo è ben più lento rispetto a quando utilizziamo il caricatore dell’iPad oppure un caricatore acquistato su Amazon che arrivano a 2.4A. In questo caso lo specchietto solitamente è:  5V x 2,4A = 12W

La ricarica Wireless quindi, può richiedere oltre il doppio del tempo necessario ad un cavetto per ricaricare la batteria di iPhone.

Matt Birchler ha effettuato diversi test per verificare il cambiamento avvenuto con iOS 11.2. Nel primo caso ha ricaricato l’iPhone 8 Plus con iOS 11.0 quindi con un supporto massimo fino a 5W e poi con iOS 11.2, quindi a 7,5W.

La differenza è davvero minima: dopo 30 minuti la percentuale di batteria ricaricata era esattamente la stessa. Dopo ben 2 ore, la ricarica a 5W (linea blu nel grafico) ha portato la batteria al 40% mentre quella a 7,5W (linea verde nel grafico) soltanto al 47%. Il cambiamento è davvero minimo mentre il tempo trascorso con il telefono fermo sulla basetta è già troppo.

L’unica reale ed effettiva ricarica veloce supportata da iPhone 8, iPhone 8 Plus ed iPhone X si ottiene con il caricatore da 29W di Apple (linea rossa nel grafico) che è di tipo USB-C e costa 59€. A questo caricatore, va aggiunto un cavetto Lightning to USB-C che va acquistato separatamente al costo di 29€ per la versione da 1 metro e 39€ per la versione da 2 metri. In questo caso il vostro iPhone 8 Plus si ricaricherà al 100% in 115 minuti.

Se non volete spendere tutti questi soldi per ricaricare un po’ più in fretta il vostro iPhone, potete sempre accontentarvi del caricatore dell’iPad o uno qualunque da 2.4A che, a livello di prestazioni, si configurerebbe nel mezzo tra la linea rossa e quella arancione del grafico qui sopra.

Continua a leggere..

Continua a leggere con l'Infinite Scrolling


Queste linee blu separano gli articoli. Continua a scorrere la pagina per visualizzare l'articolo precedente.

Back to top button
Close
Close

Stai utilizzando un AdBlocker


iSpazio è un portale gratuito, supportato da Pubblicità. Non faremo mai pagare i nostri utenti per leggere le Notizie.

Le pubblicità su questo Blog non sono mai state di tipo invasivo e sono davvero poche, posizionate in maniera tale da non arrecare disturbo.

Per tutti questi motivi, ti invitiamo a disattivare il tuo AdBlocker soltanto su questo sito per continuare la navigazione. Grazie di cuore!